* INFORM *

INFORM - N. 238 - 22 novembre 2004

ITALIANI ALL’ESTERO

Grazie alla Regione Abruzzo figli di corregionali in Canada avviano imprese

Formazione: a trenta giovani il titolo di "tecnico internazionalizzazione Pmi"

L’AQUILA - Una decina di imprese di import-export, soprattutto nel campo dei prodotti artigianali, della pelletteria e dell’arredamento, sono state create finora da parte di giovani canadesi figli di emigrati abruzzesi grazie al progetto di formazione finanziato dall’Assessorato alla Formazione della Regione Abruzzo nell’ambito dei fondi Por. L’iniziativa ha portato alla consegna del titolo di "tecnico Internazionalizzazione Pmi" a trenta giovani figli di abruzzesi residenti in Canada che hanno preso parte al corso di formazione, gestito dalla Ial. Nei prossimi mesi i giovani attiveranno altre attività che oltre a rafforzare le relazioni commerciali tra l’Abruzzo e il Canada, dove è molto nutrita la comunità italiana, contribuiranno a rinsaldare i legami con il Paese d’origine.

La cerimonia di consegna dei titoli ai giovani figli di emigrati abruzzesi in Canada si è svolta a Toronto nei giorni scorsi alla presenza di una delegazione abruzzese guidata dall’Assessore alla formazione Leo Orsini. ‘‘Sono molto soddisfatto delle risultanze del progetto di formazione", ha detto Orsini, "che ha riscosso interesse ed entusiasmo. Naturalmente, è stato emozionante il contatto e lo scambio con persone che non hanno dimenticato le origini ed attraverso questa iniziativa hanno potuto respirare l’aria del loro Paese. Con la creazione delle imprese di import-export da parte dei loro figli, sentiranno più vicino l’Italia, dalla quale sono partiti tanti anni fa’’.

Alla serata di presentazione del progetto e di consegna dei diplomi sono intervenuti, oltre alle famiglie dei giovani, il Console aggiunto d’Italia a Toronto, il presidente della Camera di commercio di Toronto, i rappresentanti del Crei in Canada e le associazioni degli abruzzesi. L’attività del progetto di formazione è partita nello scorso mese di maggio ed ha riguardato una prima fase di formazione teorica che si è svolta a Toronto, con l’analisi delle potenzialità del mercato abruzzese. Successivamente, i giovani canadesi hanno effettuato una visita in Abruzzo per prendere contatti con alcune piccole e medie imprese. In una seconda fase di formazione teorico-pratica gli allievi hanno proceduto alla stesura di un business plan sulla base delle loro esperienze e delle conoscenze fatte durante la permanenza in Abruzzo. (Inform)


Vai a: