* INFORM *

INFORM - N. 217 - 27 ottobre 2004

Regione Veneto - Galan premia gli olimpionici veneti

VERONA - "Oggi celebriamo il successo degli atleti veneti che, onorando la grande tradizione sportiva della nostra terra, hanno regalato agli italiani emozioni e gioie. Tutta la comunità regionale si congratula con voi: grazie per quanto avete fatto ad Atene vestendo la maglia del nostro Paese". Con queste parole il presidente Giancarlo Galan ha salutato a Verona, nel corso di una cerimonia voluta dalla Giunta veneta, gli atleti che hanno partecipato alle recenti Olimpiadi e Paraolimpiadi svoltesi nella capitale greca. Alla manifestazione hanno presenziato anche l’assessore regionale allo sport, Massimo Giorgetti, e il presidente del CONI Veneto, Camillo Norbiato. Ai Giochi Olimpici di Atene l’Italia e salita 32 volte sul podio, conquistando 10 ori, 11 argenti e 11 bronzi. Un notevole contributo al medagliere azzurro è stato dato dagli atleti veneti, che hanno conquistato uno stupendo oro nel tiro con l’arco individuale con Marco Galiazzo, 3 argenti con la giovane nuotatrice Federica Pellegrini, il pallavolista Alberto Cisolla e il cestista Denis Marconato, 3 bronzi con l’esperto canottiere Rossano Galtarossa, con il calciatore Marco Donadel e con il nuotatore Simone Cercato. Di prestigio per i nostri corregionali anche il bottino alle Paraolimpiadi, dove abbiamo conquistato 2 meravigliosi ori nella maratona con Alvise De Vidi e nel tiro con l’arco con Paola Fantato; 4 argenti con Franca Porcellato, Valeria Zorzetto, Sandra Truccolo e di nuovo Paola Fantato; 3 bronzi con Carlo Piccoli e ancora De Vidi e Porcellato. In totale ben 16 medaglie, che diventano 18 se si considerano anche i due cestisti Massimo Bulleri e Matteo Soragna, affiliati a una società veneta. "Noi vogliamo ringraziare tutti quelli che hanno preso parte alle competizioni - ha aggiunto Galan - anche chi non è salito sul podio ma ha comunque onorato i Giochi Olimpici e il Veneto". "Il Veneto – ha detto ancora il presidente della Regione – ha dimostrato di saper vincere nello sport e non solo. E la vera sfida è quella di garantire una qualità della vita migliore, tutelando le nostre ricchezze ambientali e culturali, cornici indispensabili anche per far crescere la pratica sportiva". "L’augurio – ha sottolineato dal canto suo l’assessore Giorgetti - è che possiate essere campioni anche nella vita e sappiate trasmettere a chi vi circonda i valori dello sport e delle Olimpiadi". "Le vostre vittorie – ha aggiunto Giorgetti – sono uno sprone a tutti i giovani per avvicinarsi alle diverse discipline sportive, ma sono anche un monito alle amministrazioni perché pongano maggior attenzione ai problemi delle strutture degli impianti e dei servizi, in modo da consentire a tutti di poter svolgere al meglio la propria attività". La Regione ha inoltre consegnato un riconoscimento ai giornalisti veneti che hanno seguito i giochi di Atene, trasmettendo le emozioni dell’evento attraverso i giornali, la radio e la televisione. La cerimonia si è conclusa con l’attribuzione di un riconoscimento speciale a Dino Meneghin, trevigiano, campione di pallacanestro, atleta simbolo di tutto lo sport italiano. (Inform)


Vai a: