* INFORM *

INFORM - N. 211 - 20 ottobre 2004

Il patrocinio del Ministero per gli Italiani nel mondo al Museo on line della Fondazione Paolo Cresci

ROMA - "Il giusto, doveroso riconoscimento ad una realtà che documenta in modo straordinario la storia dell’emigrazione italiana dal 1876 ad oggi". Così il Ministro per gli Italiani nel mondo, Mirko Tremaglia, ha commentato il patrocinio concesso alla Fondazione Paolo Cresci di Lucca per il progetto "Museo on line". Una realtà che, attraverso la raccolta di prove testimoniali e undicimila tra lettere ed atti giuridici, ripercorre il cammino degli emigranti italiani nel mondo.

In oltre un secolo, si stima siano partiti dieci milioni di connazionali dal Sud e dalle Isole, cinque milioni dal Centro, quasi 6 dal Nord Est, 5 milioni ancora dal Nord Ovest del Paese. In prevalenza originari del Veneto, della Campania, della Sicilia, della Lombardia, del Piemonte, della Toscana e della Calabria, sono stati accolti, non sempre "pacificamente", per lo più da Stati Uniti (circa 6 milioni), Australia (circa un milione), Francia (4 milioni e mezzo), Svizzera (circa 4 milioni), Argentina (3 milioni), Germania (due milioni e mezzo), Brasile (un milione e mezzo), Canada (più di mezzo milione) e Sud Africa (circa 400 mila).

"Ringrazio il Ministro Tremaglia - ha dichiarato il presidente della Fondazione Andrea Tagliasacchi al termine dell’incontro - per aver voluto sostenere il nostro impegno, colmando una lacuna francamente incomprensibile per un Paese quale l’Italia, che più di tanti altri ha conosciuto il triste fenomeno dell’emigrazione". (Inform)


Vai a: