* INFORM *

INFORM - N. 192 - 29 settembre 2004

Un concorso letterario internazionale aperto ai giuliani nel mondo e agli italiani residenti all’estero

"Trieste Scritture di Frontiera 2004-Premio Umberto Saba"

TRIESTE - Un concorso letterario che, attraverso il linguaggio dell'arte e dei sentimenti, aiuti anche a sviluppare la conoscenza ed il dialogo tra culture diverse. Questi gli intenti del concorso internazionale "Trieste Scritture di Frontiera 2004- Premio Umberto Saba". Il concorso, giunto alla settima edizione, è aperto alla partecipazione dei giuliani nel mondo, dei residenti all’estero e ad autori di qualsiasi nazionalità.

E’ organizzato dall'associazione triestina Altamarea, con la collaborazione dell'Assessorato alle Attività Produttive della Regione Friuli Venezia Giulia, degli Assessorati alla Cultura della Provincia e del Comune di Trieste, dell'AIAT (Agenzia di Informazione ed Accoglienza Turistica), dell'Università e della Biblioteca Statale di Trieste, PEN Club di Trieste, Associazione Giuliani nel Mondo e il patrocinio del Dipartimento di Lingue e Letterature dei Paesi del Mediterraneo dell'Università di Trieste.

"Il premio 'Trieste Scritture di Frontiera 2004" ,come viene sottolineato dagli organizzatori "è un'occasione di espressione artistica, ma coinvolge anche problematiche di valore universale, particolarmente sentite nelle terre di confine e nella stessa Trieste; una città che a partire dall'incontro fra culture diverse ha saputo divenire protagonista di momenti di intenso dialogo tra la cultura italiana e quella europea. Gli esempi in questo senso non mancano: da Stendhal a Burton, da Slataper a Cankar, da Joyce a Svevo, fino a Saba, Marin, Tomizza e Magris. Un luogo che, anche grazie agli indimenticabili versi di Umberto Saba e ai protagonisti della scrittura di questa città, è diventato un 'topos letterario' di fama internazionale. Un buon motivo per dedicare proprio a Umberto Saba l'iniziativa".

Il concorso è a tema libero e le opere potranno essere in italiano o in altre lingue, purché accompagnate da una traduzione in italiano. E' articolato come segue: per le sezioni inedite di poesia, narrativa breve e lavori teatrali, gli autori possono inviare le loro opere che verranno poi selezionate dalla giuria. La partecipazione è aperta a cittadini di tutti i paesi, con l'eccezione della sezione Lavori Teatrali e Scritture di Frontiera (in questo caso solo opere edite) che è riservata agli autori residenti nel Friuli Venezia Giulia, in Austria, Slovenia e Croazia o che sono originari di queste aree e, pur non abitandovi più, continuano ad avere legami con il territorio di origine. Una sezione è dedicata anche ai Giuliani nel Mondo che potranno così inviare i loro lavori; il vincitore riceverà, quale premio, un viaggio di andata e ritorno dall'attuale paese di residenza a Trieste. La novità di questa edizione riguarda le sezioni edite di poesia, narrativa e traduzione letteraria: gli autori non dovranno inviare alcuna opera in quanto una giuria di esperti, insieme al comitato d'onore dell'iniziativa (composto dal poeta Luciano Erba, dallo scrittore Predrag Matvejevic, e dallo scrittore e presidente del PEN Club Trieste, Juan Octavio Prenz), valuterà le opere da premiare dopo un'attenta analisi del panorama letterario attuale. Infatti da quest'anno gli organizzatori intendono rivolgersi anche a scrittori che non compaiono nei grandi circuiti dell'editoria e che hanno maggiori difficoltà ad emergere o che, per ragioni diverse, sono oggetto di discriminazioni penalizzanti nella diffusione della loro opera intellettuale. Sono previste la pubblicazione (o la messa in scena, per i lavori teatrali) delle opere vincitrici, e delle recensioni. Previsti anche premi in denaro di 1000 euro per i vincitori, più altri per le opere segnalate dalla giuria, oltre a targhe e diplomi. La quota di iscrizione al concorso (solo per le sezioni inedite, Giuliani nel Mondo e Scritture di Frontiera) è di 30 euro. Le opere e la ricevuta del versamento di iscrizione dovranno essere consegnate entro il 31 ottobre prossimo a: 'Trieste Scritture di Frontiera 2004' c/o AIAT di Trieste, via San Nicolò 20, 34121 Trieste. Per le spedizioni farà fede la data del timbro postale. Il bando di concorso, che viene distribuito anche all'estero, è reperibile sul sito internet di Altamarea, all'indirizzo: http://arte.triesteincontra.it/altamarea . Può inoltre essere richiesto alla direttrice del premio letterario, dott.ssa Rina Anna Rusconi, alla quale vanno anche inoltrate eventuali richieste di informazioni, telefonando al n. 040/569234, cell. 347/2112218, o scrivendo all'e-mail: rinaanna.rusconi@tiscalinet.it (Inform)


Vai a: