* INFORM *

INFORM - N. 187 - 22 settembre 2004

Il Presidente Ciampi a Oslo: l’incontro con il Primo Ministro Bondevik

"Le attuali iniziative non bastano ad isolare e debellare il terrorismo". "Lieto che si rafforzi in Norvegia l’interesse per la lingua e la cultura italiane"

OSLO - "La comunità internazionale affronta un’offensiva del terrorismo feroce e senza precedenti. Norvegia ed Italia vi fanno fronte con fermezza anche attraverso il comune impegno in missioni di stabilizzazione e di pace. Le attuali iniziative non bastano ad isolare e debellare il terrorismo. Occorrono anche visione e proposte: in Iraq e per il superamento del conflitto israeliano-palestinese". Lo ha detto il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ai giornalisti al termine dell’incontro a Oslo, dove si trova da ieri in visita di Stato, con il Primo Ministro norvegese Kiell Magne Bondevik. Con il quale Ciampi si è trovato "in piena sintonia sulla indispensabilità del dialogo fra culture e religioni". Poiché "esso resta oggi l’unica via per evitare di precipitare in rovinose contrapposizioni". "La pacificazione degli uomini è una grande sfida" che "sarà facilitata da progressi nel superamento del divario Nord-Sud, accelerata dalla volontà di convivenza fra culture e civiltà diverse". E a tutto questo "l’Europa saprà concordare una posizione unitaria, potrà dare un grande apporto". Ciampi ha osservato che "la solidarietà, la libertà, la giustizia sono requisiti indispensabili per la convivenza pacifica fra le nazioni. Debbono trarre maggiore spazio nelle scelte nazionali e nelle relazioni internazionali. Nelle Nazioni e nelle sue istituzioni è riposta la speranza di un ordine mondiale fondato sul diritto, sulla giustizia, sulla solidarietà. La creazione di un sistema multilaterale a presidio di tali valori è stata una grande conquista del XX secolo".

Il Capo dello Stato ha tenuto a ricordare che "l’unità dell’Europa aggiunge stabilità e sicurezza nel mondo". Di qui l’importanza della firma e della sollecita ratifica del Trattato Costituzionale Europeo, ha osservato il Presidente, che non ha mancato di ribadire al Primo Ministro norvegese che "se un giorno la Norvegia chiederà di aderire all’Unione Europea, l’Italia la sosterrà con amicizia".

Un’amicizia tra i due Paesi confermata dal viaggio del Capo dello Stato a Oslo "per rafforzare le affinità esistenti fra i nostri due Paesi; per incoraggiare la collaborazione fra Europa mediterranea e Europa scandinava" poiché "il Mediterraneo è fondamentale per la stabilità dell’Europa intera".

Relazioni più che buone con il Paese scandinavo: "La collaborazione bilaterale è solida e promettente" ha sottolineato Ciampi, dicendosi anche "lieto che si rafforzi in Norvegia l’interesse per la lingua e la cultura italiane" . E osservando che "la cooperazione scientifica alle isole Svalbard può diventare il nucleo di una ricerca più ampia per contribuire all’impegno globale sui cambiamenti climatici".

Oggi, la partecipazione ad un Seminario economico per individuare nuove iniziative comuni nell’energia, nel commercio, nell’industria, negli investimenti. (Inform)


Vai a: