* INFORM *

INFORM - N. 185 - 20 settembre 2004

Kerry Kennedy in Italia

"Voci contro il potere" :un libro e uno spettacolo per i diritti umani

ROMA - "Speak truth to power". Sono proprio "voci contro il potere" quelle di cinquanta difensori dei diritti umani. Una battaglia difficilissima, condotta infaticabilmente da personaggi noti in tutto il mondo come il Dalai Lama, Rigoberta Menchù, Vaclav Havel, Elie Wiesel, Desmond Tutu, Helen Prejean. Ma anche da persone meno conosciute come la russa Marina Pisklakova, da anni impegnata contro le violenze domestiche, l'avvocato ungherese Gabor Gombos, difensore dei diritti dei disabili, il dissidente vietnamita Doan Viet Hoat. E tanti altri. "Voci contro il potere", è una antologia di interviste: il libro è scritto da Kerry Kennedy, figlia di Bob, candidato alle elezioni presidenziali Usa assassinato nel 1968 . Il volume, curato da Nan Richardson e tradotto anche in italiano, contiene anche ritratti in bianco e nero scattati dal fotoreporter Eddie Adams, scomparso proprio oggi nella sua casa di New York a 71 anni. Adams vinse il Premio Pulitzer nel 1968 per la celeberrima e tragica foto dell’esecuzione di un vietcong in una strada di Saigon. I suoi ritratti, tra l'altro, sono stati esposti alla Festa nazionale de l'Unità di Genova, conclusasi ieri, nella mostra "Voci contro il potere - Speak truth the power", nell’ambito del progetto per la difesa dei diritti umani portato da Kerry Kennedy in Italia e comprende varie iniziative, presentate a fine luglio in Campidoglio. "Speak truth the power" è anche l’associazione fondata dal "Robert Kennedy memorial center for human rights" per iniziativa di Kerry Kennedy e attiva negli Stati Uniti dal 2000. Obiettivo dell’associazione: coinvolgere, appassionare e ispirare la coscienza degli individui nella lotta per i diritti umani e sensibilizzare l'opinione pubblica sugli abusi in atto nel mondo. Da qui è nato il progetto, coprodotto dalla Regione Toscana e dai Comuni di Mantova e Roma, che sta coinvolgendo anche attori e personaggi del mondo della cultura, della musica e dello sport. Dal libro di Kerry Kennedy è, infatti, nato anche uno spettacolo teatrale, che vede ogni volta un cast diverso. Scritto da Ariel Dorfman,scrittore e attivista cileno (tra le sue ultime opere, "L’autunno del generale. La storia infinita del caso Pinochet"), lo spettacolo "Voci oltre il buio", è diretto e musicato da Lucio Dalla.

Il tour, partito da Mantova, (dove lo spettacolo è andato in scena l’11 settembre) è approdato il 20 settembrea Roma (Auditorium-Parco della Musica). Altra tappa in programma, Firenze (24 settembre, Teatro Saschall). Rappresentazione teatrale e presentazione dell’edizione italiana del libro di Kerry Kennedy vanno di pari passo. Nella capitale il volume è stato presentato nella Sala dell'Apoteosi di Romolo di Palazzo Altieri dove si è svolta anche Tavola rotonda sui diritti umani dal titolo "Il risveglio di una coscienza comune", moderata dal direttore del Tg 3 Rai Antonio Di Bella, alla quale è intervenuta Kerry hanno partecipato personalità politiche. Ospiti d'onore Harry Wu, Natasa Kandic e Kailash Satyarthi, personaggi da sempre impegnati nella lotta per i diritti umani in Cina, nella denuncia dei crimini di guerra nella ex Iugoslavia e nella liberazione dalla schiavitù dei bambini dell'India.

Attesa ora la presentazione del volume "Voci contro il potere" a Firenze dove, come accennato, il 24 andrà in scena anche lo spettacolo. Del cast fiorentino dell'opera faranno parte, tra gli altri, Anna Bonaiuto, Piera Degli Esposti, Alessandro Haber, Enrico Lo Verso, Oliviero Toscani. (Inform)


Vai a: