* INFORM *

INFORM - N. 175 - 7 settembre 2004

La scomparsa di Aldo De Matteo, cordoglio in Italia e all’estero

ROMA - I funerali di Aldo De Matteo si sono svolti a Roma nella Chiesa di Nostra Signora de la Salette a Monteverde con la partecipazione di una gran folla di amici ed estimatori. Tra i presenti i ministri Buttiglione e Tremaglia, numerosi parlamentari, esponenti delle ACLI e di altre associazioni dell’emigrazione, componenti del CGIE.

"Con commozione e tristezza, assieme a tutti i collaboratori del Ministero per gli Italiani nel mondo, piango la perdita dell’amico Aldo De Matteo", ha dichiarato Tremaglia. "Uomo veramente straordinario per sensibilità, intelligenza e umanità. Credeva in una dimensione etica della vita. Amava gli Italiani all'estero. Mi voleva molto bene e mi aiutava tutti i giorni. Piango questa perdita, che mi colpisce personalmente. Chiedo a De Matteo di continuare ad aiutarci e a guidarci nelle nostre battaglie come voleva lui e con commozione e tanta tristezza sono vicino con il cuore al grande dolore della moglie Laura e ai figli Daniele e Benedetta".

"Aldo, lo ricordo per la passione, l’intensità con cui ha seguito il lavoro delle nostre ACLI all’estero, fra gli emigranti. Se la presenza in 18 diversi paesi è ancora viva e robusta, è anche merito suo. Un lavoro, peraltro, che non ha mai abbandonato anche quando ha assunto responsabilità all’interno del CGIE", ha dichiarato il Presidente nazionale delle ACLI Luigi Bobba, ricordando anche l’impegno di Aldo per la pace e l’intuizione di avviare nelle ACLI una presenza nel volontariato e nella cooperazione internazionale.

"Il CTIM si associa a quanti esprimono il loro dolore per la morte di Aldo De Matteo e formula alla famiglia le sue sincere condoglianze", ha detto Gian Luigi Ferretti. "E' una perdita incolmabile per il mondo dell'emigrazione italiana, nella cui storia Aldo si è conquistato un posto di grande rilievo. Uomo profondamente buono e di grande intelligenza era sempre alla ricerca di un punto di sintesi nell'esclusivo interesse degli italiani all'estero in Senato, al Parlamento Europeo, al CGIE. Questo suo percorso lo portò a collaborare lealmente con il Ministro per gli Italiani nel mondo. Preghiamo per lui, certi che da lassù continuerà ad intercedere per i fratelli che nel mondo soffrono la lontananza dalla Patria, le discriminazioni, le ingiustizie".

Manifestazioni di cordoglio anche dall’estero. "Appresa la notizia dell’immatura scomparsa di Aldo De Matteo, figura storica del mondo dell’emigrazione, personaggio di lunga militanza nella difesa dei diritti degli italiani nel mondo, il Comites di Toronto esprime alle ACLI, al Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, alla famiglia dello scomparso e alla grande famiglia degli italiani che vivono al di fuori dei confini d’Italia, il proprio commosso cordoglio. La sua opera ha spaziato dalle ACLI ai Parlamenti nazionale ed europeo, sempre contrassegnata da grande lucidità, pacatezza, capacità di ascoltare e farsi ascoltare nel rispetto delle opinioni altrui. A lui - afferma Franco Gaspari, Presidente del Comites di Toronto - vanno i più sentiti sentimenti di riconoscenza di noi tutti."

Al lutto per la morte di Aldo De Matteo partecipano la direzione e redazione de "La Nuova Linea" e Tommaso Conte Presidente del Comitato di Coordinamento Associazioni Genitori del Baden Württemberg, che "si associano al grave lutto dei familiari, dei parenti, degli amici, dei soci di partito e del settore emigrazione, che ha sempre trovato in Lui un sincero sostenitore ed un impegnato difensore dei propri diritti ed interessi". (Inform)


Vai a: