* INFORM *

INFORM - N. 150 - 20 luglio 2004

Attività del Comites Grecia: le proposte del Presidente Angelo Saracini

ATENE – «Per poter conoscere meglio la nostra Comunità, con l’aiuto del Consolato di Atene e dei Consolati onorari sparsi sul territorio greco, dobbiamo fare un censimento degli Italiani residenti in Grecia (prima AIRE e poi non iscritti) e loro distribuzione geografica. Nello stesso tempo dovremmo sensibilizzare quanti non sono iscritti ad iscriversi alle liste AIRE spiegando la sua utilità. Con più tempo, in collaborazione con il Consolato, potremmo arrivare ad un vero aggiornamento dell’anagrafe consolare in tempo reale».

E’ il primo punto del programma di massima 2004-2005 che il nuovo Presidente del Comites Grecia Angelo Saracini (eletto in sostituzione di Massimo Romagnoli che è stato chiamato a rappresentare nel CGIE le comunità italane di Spagna, Grecia, Turchia e Israele) ha presentato ai consiglieri del Comites e per conoscenza alle nostre autorità diplomatiche e consolari.

Questi gli altri punti:

2) Catalogazione della Comunità per fasce di età, sesso, professione, provenienza regionale ed altri dati demografici (anni di residenza).

3) Catalogazione di tutte le associazioni italiane e italo-greche sparse in Grecia, sensibilizzandole a collaborare con noi con qualsiasi forma utile agli scopi del nostro Comitato.

4) Attraverso qualsiasi mezzo di informazione e istituzioni italiane (comunicati su stampa locale,Consolati onorari,associazioni italiane o italo-greche ecc.)far conoscere il nostro Comites a tutti i connazionali.

5) Con l’aiuto anche del Coasit e della Dante Alighieri fare attività di riavvicinamento alla nostra Comunità di vecchie generazioni che in molti casi non parlano più la nostra lingua, promuovendo per loro corsi di italiano (potremmo chiedere finanziamenti ministeriali).

6) Assistenza anziani : con l’aiuto del Coasit,della Caritas e di altri enti di assistenza costituire un catalogo di anziani non autosufficienti e con particolari attenzioni a chi non è più in buone condizioni fisiche ricercare delle forme di assistenza (con accordi e convenzioni agevolate) sia da parte di assicurazioni private che da parte di enti greci all’interno della normativa europea.

7) Istituzione di borse di studio (per viaggi premio in Italia) per giovani italiani di ultima generazione e che anche se cittadini italiani non siano mai stati in Italia (a questo scopo potremmo collaborare con gli uffici emigrazione delle Regioni italiane).

6) Ricerca di italiani imprenditori, professionisti ecc. disposti a mettersi a disposizione del Comites, e instituire un Premio Comites per i migliori. (si potrebbe già da settembre programmare un concorso di idee, collaborando con la Scuola Italiana di Atene coinvolgendo materie tecnico-artistiche) per la realizzazione di una statuetta, coppa ecc. da consegnare insieme ad un diploma.

7) La Commissione Eventi si può attivare fin d’ora per la ricerca e la selezione di una nostra concittadina che possa rappresentare la Grecia al prossimo concorso Miss Italia nel mondo 2005.

8) Ricerca di Aziende, imprese, negozi ecc. che possano offrire i loro servizi o prodotti con sconti particolari per la nostra Comunità (uso di tesserino).

9) Costituzione di banca dati (in stretta collaborazione con il Consolato) come ufficio di collocamento (domande e offerte) utile alle famiglie, ai singoli e agli imprenditori.

10) Costituzione di una banca del tempo tra italiani, sull’esempio positivo della sua applicazione in molti Comuni italiani.

11) Prosecuzione di ricerche sulla storia degli Italiani in Grecia (dagli anni della rivoluzione greca ad oggi) al fine di arrivare alla Pubblicazione monografica chiedendo finanziamenti dal MAE e dal Ministro Tremaglia. Questa mostra è già stata esposta all’Istituto Italiano di Cultura di Atene lo scorso 18 febbraio 2004, e su iniziativa dell’Associazione Amici d’Italia sarà esposta a Volos (città olimpica) durante il prossimo Agosto.

12) Costituzione del sito WEB e collegamento con il sito Italiansonline.

13) Specificazione dei ruoli e delle attività dei nostri referenti (chiederemo un loro breve CV insieme ad un loro formale impegno a collaborare attivamente).

14) Richiesta formale a tutti i Consolati onorari affinché svolgano in maniera più efficace le loro funzioni al servizio della comunità.

15) Elaborazione di programmi da parte dei Presidenti delle commissioni tematiche decise nell’assemblea del 7 giugno 2004.

Queste mie prime considerazioni di lavoro - conclude Saracini - sono aperte a qualsiasi commento e discussione al fine di arrivare in tempi brevi ad un efficace funzionamento del nostro Comitato. (Inform)


Vai a: