* INFORM *

INFORM - N. 143 - 10 luglio 2004

Portogallo: "I teatri che vengono dall’Italia", omaggio del Festival Internazionale di Almada al nuovo teatro italiano

LISBONA - Nell’ambito del Festival Internazionale di Teatro di Almada si sta sviluppando (dal 6 al 18 luglio) un denso omaggio al giovane teatro italiano, considerato una delle realtà emergenti del settore.

Organizzato dall’Associazione "Artistas Unidos", con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, l’evento è stato preceduto dalla pubblicazione di un numero speciale monografico della rivista "Artistas Unidos" introdotto da una prefazione di Franco Quadri su "La drammaturgia italiana e la lingua" , comprensivo delle traduzioni in portoghese delle opere "Il cortile" di Spiro Scimone, "Due fratelli" , "Natura morta in un fosso" e "Genova 01" di Fausto Paravidino, "La casa di Ramallah" di Antonio Tarantino, "Fabbrica" di Ascanio Celestini, "Italia-Brasile 3-2" di Davide Enia, "Binario morto" e "Babele" di Letizia Russo, e concluso da un testo critico di Tiziano Fratus: "La lingua che brucia: nuove dialettiche teatrali nella drammaturgia italiana contemporanea".

Il Festival ha preso l’avvio il 6 luglio con la lettura di estratti da "Tomba di cani" di L. Russo, presso il Teatro da Trinidade, effettuata da 13 attori portoghesi sotto la direzione di Pedro Marques; il 7 e 8 luglio con la rappresentazione, presso il Teatro Taborda, di "Natura morta in un fosso" di F. Paravidino, prodotto da A.T.I.R.-Teatro Juvarra di Torino ; il 9 luglio con la lettura di "Italia-Brasile 3-2" di D. Enia, presso la Sala Virgilio Martinho, effettuata dall’attore Josè Airosa.

In programma inoltre: il 10 e 11 luglio, rappresentazione di "Fabbrica", di e con A. Celestini, con musica dal vivo di Giancarlo Zamarelli e Matteo d’Agostino, presso il Teatro Taborda; il 15 luglio, conferenza di Luca Scarlini su "Il nuovo teatro italiano: metodi e fantasmi", presso la Casa da Cerca; il 16 luglio, rappresentazione di "Due Fratelli" e successiva lettura di "Genova 01"di F. Paravidino , presso il Teatro Municipale di Almada; il 17 luglio, dibattito con Tarantino, Paravidino, Russo e Scarlini, moderato da Jorge Silva Melo e Francisco Frazão, presso la Casa de Cerca, e seconda rappresentazione di "Due Fratelli" seguita dalla lettura di "Natura morta in un fosso", presso il Teatro Municipale di Almada; il 18 luglio, infine, terza rappresentazione di "Due Fratelli", seguita dalla lettura di "La casa di Ramallah" di A. Tarantino, con tre attori portoghesi recitanti e la voce di João Meireles, sempre presso il Teatro Municipale di Almada.

Il successo di pubblico di questa vasta iniziativa promozionale del nostro teatro è garantito dal grande interesse che verso di esso stanno mostrando i quotidiani, le catene televisive e le radio portoghesi, oltre alla storica fama del Festival di Almada. (Inform)


Vai a: