* INFORM *

INFORM - N. 142 - 9 luglio 2004

L'Associazione Mantovani nel Mondo dà lezioni di volontariato a San Paolo

MANTOVA - Nel corso di una recente visita dell'Associazione dei Mantovani nel Mondo a S.Paolo in collaborazione con l'Associazione Culturale dei Mantovani in Brasile, guidata da Lauro Spaggiari, si è svolto un incontro con "O FAÇA PARTE - Instituto Brasil Voluntário (http://www.facaparte.org.br)",una organizzazione sociale nata nel 2001,Anno internazionale del Volontariato.

Scopo dell'Ente è quello di stimolare milioni di cittadini brasiliani ad aderire ad un volontariato sempre piu' attivo sia con azioni di sensibilizzazione rivolte ai giovani e alle scuole e sia promuovendo progetti socialmente utili.

Un impegno sostenuto finanziariamente dalle principali aziende brasiliane sponsor di FAÇA PARTE come ad esempio Petrobras o Banca Itaù e tante altre.

Nell'incontro con il gruppo dirigente di questa importantissima organizzazione brasiliana Daniele Marconcini, Presidente dell'AMM, ha presentato l'esperienza italiana dei Centri Servizi del volontariato, istituiti con legge nazionale e finanziati dalle Fondazioni bancarie, evidenziando le linee guida legislative del Volontariato italiano. Successivamente ha svolto una lezione su come si predispone e si attua un progetto sociale, secondo le normative regionali lombarde con particolare riferimento alla formazione di dirigenti di associazioni di volontariato di italiani all'estero. Ricordiamo che S. Paolo, gemellata con Milano, è la più grande città "italiana" nel mondo con sei milioni di discendenti.

Tale esposizione ha suscitato un grande interesse da parte dei dirigenti di volontariato brasiliani, disponibili a creare le premesse per una attività formativa in collaborazione con Mantovani nel Mondo e i CSVM lombardi.

Successivamente la delegazione mantovana ha incontrato i dirigenti dell'Ufficio per le Relazioni internazionali della Città di S. Paolo. fortemente interessati ad avviare rapporti con la Lombardia e a promuovere forme di collaborazione per avviare aggregazioni di volontariato sociale. Paolo Corbellani dell'AMM ha evidenziato l'esperienza degli Amici dei Musei mantovani come esempio di promozione culturale, dichiarandosi interessato a promuovere un gemellaggio e delle collaborazioni con analoghe organizzazioni pauliste. (Inform)


Vai a: