* INFORM *

INFORM - N. 118 - 8 giugno 2004

Europei di Calcio in Portogallo: anche l’Italia della cultura entra in campo

LISBONA - "Anche l’Italia della cultura entra in campo" è il titolo complessivo della partecipazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona agli Europei di Calcio "Portogallo 2004". Grazie all’appoggio del Ministero degli Affari Esteri, di "Casa Azzurri" e la F.I.G.C., del Festival italo-luso-spagnolo "7 Sois 7 Luas" ,della Regione Piemonte, dell’Istituto per il Commercio Estero, del Comune di Lisbona e di altri organismi, è stato approntato un calendario di importanti eventi culturali che scandiranno e accompagneranno a Lisbona, per tutto il mese di giugno, lo svolgimento degli Europei e la presenza della "Nazionale Azzurra".

Il 9 giugno la F.I.G.C. (Federazione Italiana Gioco Calcio) e l’Ambasciata d’Italia a Lisbona inaugurano "Casa Azzurri", la struttura destinata ad ospitare nel proprio enorme "media center" le televisioni e i media italiani in generale, a presentare i prodotti della creatività italiana e a fungere da punto di incontro giornaliero tra la squadra azzurra, i tifosi italiani e la popolazione locale. Al suo interno l’Istituto Italiano di Cultura presenterà con scadenze quasi giornaliere diversi eventi culturali, tra cui merita sottolineare il concerto dedicato al Fado da Antonella Ruggiero, lo spettacolo di danza atletica della compagnia "Katakló", ideata e formata da ex-olimpionici italiani di ginnastica, il complesso salentino dei Sud Sound System, il concerto di una formazione della Jazz Art Orchestra di Brescello, gli Avion Travel, lo spettacolo teatrale "Napoli Mediterranea" dell’attrice Elena Bonelli, i recitals della pianista Laura Giordano, del cantante fiorentino Stefano Saturnini e della compositrice-cantante Carolina Dawson Favaloro.

Il noto pittore lucchese Riccardo Benvenuti vi esporrà, per tutto il mese, una sua mostra espressamente dedicata all’evento, denominata "Il sogno del calcio". Al di fuori di "Casa Azzurri" verranno invece realizzati due grandi eventi: il concerto del Mº Ennio Morricone e della sua orchestra, accompagnati dalla nota "fadista" portoghese Dulce Pontes, che avrà quale cornice il grande parco di Monsanto, nel centro della città , (28 giugno) , e la mostra di design automobilistico piemontese "Shape Mission".

Nata dalla collaborazione tra la Regione Piemonte, il Ministero degli Affari Esteri, l’Istituto per il Commercio Estero e l’Istituto Italiano di Cultura, la mostra, inaugurata anch’essa il 9 giugno e aperta fino al giorno della finale degli Europei di calcio, si sviluppa su una vasta area ceduta del prestigioso Centro Cultural di Belem. La sua finalità consiste nella narrazione -in modo didascalico e comprensivo per il grande pubblico- della prestigiosa storia di un’arte (progettare e costruire automobili) che, attraverso l’intuizione, la passione, la creatività, le capacità progettuali e di ingegneria, hanno portato durante un secolo a classificare l’area metropolitana di Torino come una delle capitali mondiali indiscusse dell’auto. In essa si potrà visualizzare l’evoluzione delle tecniche del design e della costruzione automobilistica, dagli inizi artigianali fino all’avvento dell’elettronica e alla produzione assistita, dall’ideazione del progetto e dall’engineeering fino al prototipo.

Il pubblico sarà invitato a camminare attraverso l’evoluzione storica del processo creativo, avendo per scenario i disegni preparatori, gli schemi tecnici, le "maquettes" di presentazione, gli strumenti di lavoro, i modelli di auto a dimensioni ridotte e a misure naturali elaborati dai migliori carrozzieri italiani, i vari Bertone, Pininfarina, Giugiaro, ecc. Alcune fasi dell’ideazione sono descritte ricorrendo a tecniche multimediali con esemplificazioni reali delle diverse tappe del processo creativo e con importanti elementi di interattività con i visitatori. In sostanza un evento di grande richiamo, stupendamente esemplificativo della creatività italiana, che anche in Portogallo gode di particolare rispetto ed ammirazione. (Inform)


Vai a: