* INFORM *

INFORM - N. 109 - 27 maggio 2004

Nascono due Circoli Trentini in Uruguay

MONTEVIDEO - Il territorio trentino ha sofferto in modo particolare le conseguenze delle guerre mondiali, con un incremento in quei periodi dell’emigrazione della popolazione trentina verso altri continenti, in modo particolare l’America del Sud. L’Uruguay a tutt’oggi è un paese composto di popolazione europea al 90%, in una proporzione maggiore di spagnoli e italiani. L’emigrazione trentina è arrivata in Uruguay nell’Ottocento e fino agli anni ’60 del Novecento. Negli anni ‘30 si è costituito un gruppo di trentini a Montevideo, che nel 1946 formalizzano una associazione, il Circolo Trentino di Montevideo, ancora prima della nascita dell’associazionismo dell’emigrazione trentina nel mondo, cioè dell’Associazione Trentini nel Mondo. Negli anni ‘90 si formò un altro Circolo Trentino a Colonia del Sacramento, dove c’è un’altra importante colonia di trentini. Recentemente, nel 2003, si è istituito un altro circolo a Carmelo, città del dipartimento di Colonia, proprio dove si sono recati molti immigrati italiani, tedeschi e svizzeri.

Nell’ultimo anno, nei dipartimenti di Rivera e Cerro Largo, situati al nord del paese nel confine con il Brasile, i trentini si sono raggruppati istituendo due nuovi circoli: il circolo Trentino di Cerro Largo e il Circolo Trentino Binazionale Rivera-Livramento, prima associazione trentina binazionale.

Recentemente entrambi circoli hanno partecipato, insieme agli altri circoli, al seminario "Rol, Organización y Perspectivas de los Circulos Trentinos de Sudamerica" a Luján (Provincia di Buenos Aires, Argentina), organizzato dall’Associazione Trentini nel Mondo. I circoli trentini hanno scambiato esperienze e conoscenze sulla realtà locale ed il Trentino, e soprattutto sulla vita associativa, e gli obiettivi ed il piano degli interventi dalla Provincia Autonoma di Trento tramite l’Associazione. (Spazio Italia/Inform)


Vai a: