* INFORM *

INFORM - N. 107 - 25 maggio 2004

Tre racconti in mostra a Copenaghen

Esposte le tavole originali delle illustrazioni di Eugenio Carmi affiancate ai testi di Umberto Eco

COPENAGHEN - Un celebre artista astratto, rigorosamente minimalista e un celeberrimo professore di semiotica, scrittore di saggistica e di letteratura, uniti nell’amicizia e nel lavoro per illustrare e scrivere i testi di tre divertenti favole morali: sono Eugenio Carmi ed Umberto Eco, di cui è possibile verificare di persona l’estro e la fantasia anche a Copenaghen in occasione di una mostra che si tiene all’Istituto Italiano di Cultura fra il 3 giugno e il 9 luglio.

La Bomba e il Generale, I Tre Cosmonauti e Gli Gnomi di Gnu sono i titoli dei tre racconti scritti nel corso degli anni da Eco "per bambini, per grandi e per chi ha bisogno di fiabe", tradotti negli anni ’90 in tutto il mondo e pubblicati di recente in un unico volume da Fabbri Editore. Il contributo di Eugenio Carmi è stato quello di realizzare 51 illustrazioni in cui ha fatto uso di un linguaggio visivo astratto e un po’ surreale che si è rivelato accessibile anche ai bambini. Nella mostra di Copenaghen verranno esposte proprio le tavole originali di queste illustrazioni affiancate ai testi di Umberto Eco, e in questo modo verrà offerta l’occasione di un incontro con uno dei maestri dell’astrattismo contemporaneo assaporando i temi di racconti che oggi sono più che mai attuali, perché parlano di guerra, pace, diversità etniche, ecologia.

Eugenio Carmi è nato a Genova nel 1920, vive e lavora a Milano. La sua ricerca pittorica ha sempre avuto un’impostazione geometrica adoperata nella pittura, nella scultura in acciaio, nell’arte elettronica e nel disegno, cui si è aggiunto anche un uso importante del colore. La sua amicizia con Eco risale agli anni ’60 dove si venne a creare quel connubio che ha portato a collaborare due degli intellettuali italiani sempre attenti al confronto con la realtà politica e sociale del nostro tempo. (Inform)


Vai a: