* INFORM *

INFORM - N. 81 - 20 aprile 2004

La Toscana Film Commission al Location Trade Show di Santa Monica

Santa Caterina e un thriller sul David di Michelangelo nell’agenda dei produttori Usa

FIRENZE - La vita di Santa Caterina da Siena, un thriller sul David di Michelangelo e un dramma ambientato nella Firenze del Rinascimento. Sono alcuni dei progetti per i quali i produttori americani hanno preso contatto con la Toscana Film Commission, a Santa Monica, dal 16 al 18 aprile, per il Location Trade Show. "La nostra - commenta l’assessore regionale alla comunicazione, Chiara Boni, presenta alla manifestazione californiana - è stata una partecipazione davvero positiva e fruttuosa. Abbiamo verificato un crescente interesse per quello straordinario set che è la Toscana e rafforzato la rete delle nostre relazioni".

Sono stati infatti molti gli incontri che la delegazione toscana ha avuto a Los Angeles. Con i vertici della Walt Disney Motion Picture Production Finance - Paul Steinke, John Alexiades e Vicki Gabor - si è discusso della possibilità di ospitare alcune produzioni in Toscana. L’assessore Boni ha poi visitato gli studi della Paramount, dove ha incontrato Gary Marenzi e Chris Ottinger. Il pubblico degli addetti ai lavori della West Coast ha avuto inoltre la possibilità di conoscere la guida Toscana un film che non finisce mai (Tuscany a movie that never ends, nella versione in inglese), che Chiara Boni ha presentato insieme alla giornalista Silvia Bizio. La missione di Toscana Film Commission si è conclusa con una cena a Los Angeles alla quale hanno partecipato, tra gli altri, l’attrice Mariel Hemingway, Gary Hart, presidente di Paramount Network Television, Michael Seligman, organizzatore negli ultimi 25 anni delle cerimonie per l’assegnazione dei premi Oscar, e Fortunato Celi Zulo, presidente dell’Ice. (Inform)


Vai a: