* INFORM *

INFORM - N. 79 - 18 aprile 2004

Tremaglia chiede a Ciampi la medaglia d’oro alla memoria per Fabrizio Quattrocchi

ROMA - Il Ministro per gli Italiani nel mondo ha inviato una lettera al Presidente della Repubblica, per chiedere la Medaglia d’Oro alla memoria a Fabrizio Quattrocchi.

"L’Italia - è scritto nella lettera di _Mirko Tremaglia a Carlo Azeglio Ciampi - è rimasta attonita dopo l’atto di barbarie che ha colpito questo italiano nel mondo che si è trovato in una catastrofe tanto più grande di lui; ma quest’uomo, davanti ai suoi carnefici ha dato una lezione imprevedibile e sconvolgente: ha lanciato contro il nemico criminale la sua grandezza con quella frase orgogliosa e sprezzante dettata contro il boia: qualcuno ha scritto "è stato il coraggio estremo di morire con onore tratto dalla profondità del suo animo: "ti faccio vedere come muore un italiano". E’ questo l’atto di gloria.

Sempre quel giornalista scrive, ed è una sublime verità: "avrebbe potuto dirlo un eroe del Risorgimento imbevuto di ideali nazionali e di cultura letteraria. Fabrizio Quattrocchi è così morto secondo i canoni morali di un eroismo del tutto desueto, persino incomprensibile dati i tempi e le circostanze. Ma in quell’attimo e forse solo in quell’attimo, ha dato un’anima e una coscienza agli italiani, anche a quelli più distratti e impauriti, e tutto questo appare persino come una purissima sfida che ha il sapore di un puro eroismo".

Ecco perché, Signor Presidente, io Le chiedo - ha concluso il Ministro Tremaglia - di conferire la Medaglia d’Oro alla Memoria a Fabrizio Quattrocchi, un italiano vero, un vero eroe nel momento del sacrificio". (Inform)


Vai a: