* INFORM *

INFORM - N. 73 - 8 aprile 2004

Il Sottosegretario agli Esteri Mantica a Kigali nel decimo anniversario del genocidio in Ruanda

KIGALI - Il Sottosegretario agli Affari Esteri Alfredo Mantica ha partecipato 7 aprile a Kigali (Ruanda) alla commemorazione del decimo anniversario del genocidio ruandese del 1994. Alla commemorazione hanno preso parte molti tra i principali capi di stato e di governo africani e per l'Europa i rappresentanti politici di Italia, Francia, Belgio e Svizzera.

"La mia partecipazione in rappresentanza dell'Italia, ha sottolineato Mantica, è un segno di attenzione del governo per questo paese e per una cerimonia che deve imprimere nella memoria collettiva la tragedia di un genocidio contro l'umanità. La cerimonia si è aperta con un discorso di altissimo rilievo politico del presidente ruandese Kagame, che ha ricostruito la dinamica del genocidio, individuando le responsabilità politiche di allora, ma soprattutto invitando tutte le parti a guardare al futuro e contribuire alla ricostruzione del paese. Il Ruanda di oggi, ha concluso Mantica, è un paese del tutto diverso rispetto a quello del 1994, un paese che ha ripreso con convinzione la strada della modernizzazione e della democrazia".

Nel corso della visita a Kigali (6-9 aprile) il sottosegretario Mantica ha una serie di incontri con i vertici politici-istituzionali di diversi stati della regione. Lí8 aprile ha avuto luogo un incontro con il mMnistro degli Esteri del Ruanda Murigande, al quale Mantica ha consegnato una lettera personale del Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini. Il senatore Mantica ha preannunciato l'impegno dell'Italia a sostenere economicamente e politicamente il nuovo corso del Ruanda, attraverso l'avvio di programmi di cooperazione e l'appoggio all'organizzazione della prossima conferenza sulla pace nella regione dei Grandi laghi, prevista a novembre a Dar Es Salaam. (Inform)


Vai a: