* INFORM *

INFORM - N. 52 - 11 marzo 2004

Museo regionale dell'emigrazione di Gualdo Tadino: a tre mesi dall'apertura forte affluenza di visitatori

PERUGIA - Soltanto dopo tre mesi dall'apertura del Museo regionale dell'emigrazione di Gualdo Tadino si è già registrata una forte affluenza di visitatori da tutt'Italia. Lo comunica la direzione del Museo sottolineando che si tratta di un grande progetto in cui l'Amministrazione comunale di Gualdo Tadino e il Sindaco, Rolando Pinnacoli, hanno investito sin dall'inizio. Il museo ha suscitato grande interesse degli insegnanti e delle scuole che, oltre alla classica visita guidata possono usufruire, su prenotazione, di laboratori didattici con percorsi specifici di approfondimento. Si tratta di una vera e propria attività di ricerca storica, ricostruita all'interno di un modulo laboratoriale.

L'obiettivo delle attività didattiche promosse dal museo è quello di condurre gli studenti ad acquisire, a partire dai documenti, alcune conoscenze di storia regionale e nazionale inerenti il tema dell'emigrazione. L'uso dei documenti dal punto strettamente didattico richiede la conoscenza delle principali operazioni che compie lo storico e la capacità di ripercorrerle nelle sue varie fasi: per questo motivo i laboratori sono strutturati in modo tale da mettere in funzione l'operatività degli studenti, in un ambiente di apprendimento che simula l'azione dello storico. Attraverso un percorso multimediale costruito su documenti cartacei, sui materiali iconografici e musicali conservati negli archivi del museo. L'esperto guida così gli studenti nella lettura, nell'ascolto, nell'interpretazione dei documenti presentati nell'itinerario storico. L'attività si conclude con una discussione finalizzata a far acquisire agli studenti la consapevolezza delle conoscenze storiche e delle competenze documentarie apprese nel corso dell'attività.

Un museo che tra i vari obbiettivi è nato anche con l'intento di incrementare il turismo della città, con risultati che già si possono definire ottimi. Di questi ultimi giorni sono le visite delle scuole di La Spezia, Milano e Catanzaro. Gli insegnanti stessi si sono complimentati per l'importanza sociale e l'unicità dell'iniziativa.

Per visite o prenotazioni dei laboratori è possibile chiamare lo 075 9142445 oppure visitare il sito internet www.emigrazione.it, aggiornato in tre lingue, che vanta una media di circa duemila contatti mensili da tutto il mondo. (Umbria Notizie/Inform)


Vai a: