* INFORM *

INFORM - N. 31 - 12 febbraio 2004

Elezioni Comites 2004 - Nuovo rinvio?

"La possibilità di una proroga non è da scartare", afferma dal Brasile Stefano Ghisio Erba. "In pochi giorni la risposta"

SAN PAOLO - La prima importante fase del processo elettorale per le elezioni si è praticamente conclusa, e le liste ammesse hanno già iniziato i lavori per produrre la loro pubblicità, ma si profila la possibilità di un rinvio delle elezioni.

Le manifestazioni di critica, inizialmente discrete, che col passare del tempo sono diventate sempre più insistenti e circostanziate, sono esplose appena sono stati pubblicati i primi risultati della "selezione" delle liste.

Mentre dall'Argentina l'editore Cairo enfatizza come i metodi utilizzati hanno impedito a molti italiani nati di candidarsi, i ricorsi sarebbero letteralmente piovute su tutti gli Uffici elettorali.

Secondo informazione per ora non confermata, si tratterebbe di oltre 170 ricorsi di cui non si conosce la natura, ma che rappresenta un volume senza dubbio alto.

Come affermato ieri sera (11/02) durante l'ultima riunione del Comites di San Paolo dal Console Generale d'Italia, Ministro Gian Luca Bertinetto, sono state inviate "da Roma" , istruzioni perché i Presidenti degli Uffici elettorali promuovano un attento ed urgente esame dei ricorsi presentati, i quali dovranno comunque essere trasmessi "a Roma" nel più breve tempo possibile..

Vale specificare che quando, in questi casi, si fa riferimento a Roma, s'intende alludere agli Uffici che hanno sede nella Capitale e da cui dipendono le amministrazioni periferiche, nel caso i Consolati. Si può pertanto immaginare che la richiesta sia venuta dal Munistero degli Esteri, oppure dal Ministero degli Italiani nel Mondo o ancora dal Ministero dell'Interno. Oppure da tutti e tre insieme.

Nel contempo i procedimenti per la stampa delle schede e del materiale elettorale sono stati sospesi fino a nuovo ordine.

Senza far correre troppo la fantasia, non è difficile immaginare che i Ministeri, apparentemente sordi alla grande quantità di reclami che giungevano da ogni parte del mondo, abbiano deciso per una sospensione dei procedimenti col fine di verificare cosa stia accadendo.

Non è difficile intuire che, dipendendo soprattutto dalla natura dei ricorsi presentati, vi sarebbe l'intenzione di riesaminare alcune direttive. Il Console Bertinetto, in nessun momento, ha affermato o insinuato la possibilità di un rinvio o il rifacimento delle procedure fin qui realizzate. (Stefano Ghisio Erba - CIB Notizie/Inform)


Vai a: