* INFORM *

INFORM - N. 27 - 8 febbraio 2004

L’editoriale di Nino Randazzo su "Il Globo" di Melbourne e "La Fiamma" di Sydney

Un rilancio d’immagine dell’Italia

Le annunciate missioni in Australia della Regione Lombardia e del Comune di Milano, almeno a giudicare dai programmi e dai profili personali dei loro componenti, dovrebbero distaccarsi, per carattere, articolazione, preparazione e obiettivi, da tante, troppe, delle delegazioni regionali, provinciali, comunali italiane che periodicamente raggiungono questi lidi con spirito più di turismo istituzionale che di serio lavoro. Gli amministratori della più ricca e popolosa regione d’Italia e della città dove batte il cuore economico della nazione non sono, per quanto ci consta, mai andati in missione, economica o culturale, all’estero senza lasciare traccia. In questa prospettiva saranno particolarmente bene accolti non solo dalle autorità e dagli operatori in ogni settore della vita australiana, ma anche dall’intero gruppo etnico italo-australiano.

E’ utile ed opportuno osservare un approccio delle due delegazioni, che si troveranno e muoveranno contemporaneamente ai primi di marzo nella capitale del Victoria per la celebrazione del gemellaggio tra Milano e Melbourne, dal quale si denota già una sostanziale diversità di questa iniziativa, auspicabilmente motore d’avvio di un rilancio dell’immagine Italia in Australia. Mentre varie loro controparti di altre amministrazioni regionali sono arrivate e partite da questo continente muovendosi a ruota libera, senza punti d’appoggio e di riferimento, Regione Lombardia e Comune di Milano in questa iniziativa, per certi versi si potrebbe dire congiunta, si appoggiano e sono assistiti dalle strutture diplomatiche e consolari italiane del luogo, simboli di inalienabili unità e solidarietà nazionali.

Incidentalmente, mentre si è sull’argomento, ci sarebbe anche da augurarsi che gli autorevoli rappresentanti delle istituzioni e dell’intera società lombarda potessero in qualche maniera modificare nell’opinione pubblica australiana una immeritata immagine d’egoismo e isolazionismo che dell’operosa e generosa Lombardia proiettano all’estero i farneticamenti di taluni estremisti politici raccolti, ampliati e propagati dai mass media. In questa Australia del multiculturalismo, nata e forgiata da oltre due secoli d’immigrazione, si trovano interessanti analogie col percorso socio-economico della Lombardia, che ha dato lavoro, casa e avvenire a masse prima di connazionali meridionali e poi di diseredati d’ogni parte del mondo.

In questo spirito aperto e beneaugurante gli italiani d’Australia, e in prima fila i lombardi in questa parte del mondo, daranno indubbiamente ogni possibile incoraggiamento morale e pratico allo sviluppo e consolidamento delle iniziative che le due delegazioni si apprestano ad avviare, allo sviluppo di quegli "intrecci di persone e culture, di scambi economici, di visioni e di interessi politici" di cui parla la nota della missione regionale. (Nino Randazzo*)

_________

* Direttore de "Il Globo" di Melbourne

Inform


Vai a: