* INFORM *

INFORM - N. 20 - 29 gennaio 2004

Elezioni Comites: a Monaco di Baviera la Margherita invita a votare la lista ACLI-Società civile

MONACO DI BAVIERA - I portavoce dei Circoli della Margherita della Circoscrizione consolare di Monaco di Baviera, considerata l’imminenza del voto per il rinnovo dei Comites e l’importanza che tale competizione elettorale riveste alla luce di istanze e problematiche non più procrastinabili, invitano il proprio elettorato - è detto in un comunicato - a partecipare massicciamente al voto per corrispondenza e sostenere il programma e i candidati della Lista ACLI- Società civile.

La Margherita, partito della coalizione dell’Ulivo, che raccoglie e valorizza la tradizione politica cattolico-popolare e delle forze progressiste e riformatrici, riconosce al programma della lista ACLI-Società civile la linearità ed incisività delle proposte, che spaziando dal ruolo della collettività alla scuola e qualifica professionale, dal lavoro alla cultura italiana, dall’associazionismo alla dottrina sociale della Chiesa, interpreta le esigenze delle comunità italiane e crea le premesse per una rivalorizzazione del Comites di Monaco di Baviera, recuperando credibilità e profilo.

I portavoce dei Circoli rivolgono un appello all’elettorato della Margherita perché voti la lista ACLI-Società civile anche in considerazione del ruolo politico che il Comites riveste, funzione prioritaria nell’esercizio di rappresentanza della collettività.

La Margherita denuncia i ritardi ingiustificati nell’aggiornamento degli elenchi degli elettori, nonostante le promesse del Governo e l’apposita assunzione di personale. Fondamentale s’impone il diritto-dovere del voto che dovrà essere garantito ad ogni connazionale residente all’estero in possesso dei requisiti necessari, superando definitivamente il riferimento esclusivo all’anagrafe del Ministero degli Interni, risultata inaffidabile.

Il depennamento di tante, troppe firme, nella fase della raccolta, già autenticate di Italiani residenti all’estero e non ancora inseriti nell’elenco degli elettori, pur avendone il diritto, è il segno di come si razzoli male, volendo ben predicare. (Inform)


Vai a: