INFORM - N. 236 - 20 dicembre 2011


MANOVRA ECONOMICA

Un'interrogazione sull’attribuzione delle funzioni di Inpdap ed Enpals all'Inps

Fedi (Pd): “Assicurare continuità e miglioramento del servizio ai residenti all’estero”

 

ROMA – Marco Fedi, deputato eletto per il Pd nella ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide, segnala un'interrogazione parlamentare rivolta ai ministri degli Affari Esteri, del Lavoro e le Politiche sociali, dell'Economia e delle Finanze a proposito della soppressione degli istituti Inpdap ed Enpals prevista dalla manovra economica varata dal governo Monti e da poco approvata alla Camera.

Il provvedimento prevede infatti che, in considerazione del processo di convergenza ed armonizzazione del sistema pensionistico attraverso l’applicazione del metodo contributivo, le funzioni dei due istituti siano attribuite dal 1 gennaio 2012 all'Inps.

“In questo delicato passaggio di responsabilità, abbiamo ritenuto importante interrogare i ministri competenti per porre il tema del periodo di transizione, sia per assicurare il tempestivo pagamento delle mensilità di pensione ai residenti all’estero, che per l’aggiornamento dei sistemi informatici – spiega Fedi.

“Credo sia utile sollecitare l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale – rileva l'esponente democratico - a operare un completo adeguamento delle procedure interne per assicurare la detassazione alla fonte delle pensioni pubbliche e delle pensioni dei lavoratori dello spettacolo corrisposte in Paesi convenzionati con l’Italia che prevedono l’imposizione fiscale nel Paese di residenza del pensionato e per assicurare, anche per l’estero, un sistema di pagamento delle pensioni, con cadenza mensile, tempestivo, efficiente e trasparente”. (Inform)


Vai a: