INFORM - N. 216 - 21 novembre 2011


ITALIANI ALL'ESTERO

Il presidente del Comites di Hannover sulla nuova campagna di verifica dell'esistenza in vita dei pensionati

Giuseppe Scigliano avanza riserve sulle modalità operative dell'accertamento di esistenza in vita promosso dalla Citibank, il nuovo istituto incaricato del pagamento delle pensioni all'estero

 

HANNOVER – Il presidente del Comites di Hannover, Giuseppe Scigliano, lancia un allarme per la nuova verifica di esistenza in vita destinata ai pensionati italiani all'estero e richiesta in seguito all'affidamento a Citibank da parte dell'Inps del servizio di pagamento delle pensioni ai connazionali residenti all'estero.

In questi giorni i pensionati stanno infatti ricevendo da Citibank, in vista dell'avvio dei pagamenti presso l'Istituto previsto da febbraio 2012, una lettera indicante le modalità di riscossione con allegati un questionario e il modulo per l'accertamento dell'esistenza in vita del beneficiario di pensione. Richieste che Scigliano ritiene essere troppo numerose e onerose per i destinatari, “causando loro difficoltà a volte insormontabili – scrive, mentre segnala la presenza di file di connazionali al Consolato generale per il disbrigo dell'accertamento richiesto.

Il presidente del Comites di Hannover segnala come, a fronte dell'invio di istruzioni sulle modalità operative relative all'accertamento a Comites e patronati, questi non abbiano risorse né personale per venire incontro a tutte le richieste di aiuto degli interessati. Sollevando riserve anche sulla scelta di assegnare a Citibank il servizio, Scigliano prefigura in merito alla nuova campagna di accertamento “un disastro voluto e annunciato”, lamentando in particolare il mancato coinvolgimento degli organismi di rappresentanza dei connazionali all'estero in una consultazione preliminare all'avvio dell'iniziativa. (Inform)


Vai a: