INFORM - N. 211 - 14 novembre 2011


STAMPA ITALIANA ALL’ESTERO

Da “America Oggi”, 13-11-2011

New York. Conclusa la Convention di Ilica. Un gala tra ricordi e futuro

 

NEW YORK. Con il gala venerdì a Chelsea Pier 60 nel West Side di Manhattan si è chiusa la settimana di appuntamenti newyorkesi della Italian Language Inter-Cultural Alliance (Ilica) che nell'occasione ha celebrato il 150.mo anniversario dell'unificazione d'Italia.

La serata è iniziata con la commemorazione del decimo anniversario dell'11 settembre 2001 con la donazione all'FDNY di un'opera della Scuola dei Mosaici di Ravenna commissionata da Luciano Boscolo Cucco che raffigura Santa Barbara protettrice dei pompieri.

"A dieci anni di distanza dal tempo in cui è successo, fa ancora riflettere tutti quanti noi. Io credo - ha detto il sindaco di Chioggia, Giuseppe Casson - sia importante che in questa occasione si ricordino anche i vincoli di amicizia che legano l'Italia agli Stati Uniti. Per me questa è un'occasione veramente straordinaria di essere qui e di testimoniare la vicinanza mia personale e della mia città alla città di New York".

A ricevere il mosaico sono venuti il capo del personale dei vigili del fuoco, Michael Gala, l'ex capo dei pompieri Daniel Nigro e l'ambasciatore nel mondo dell'FDNY Vincent Tummino.

"Un sincero grazie a nome del commissioner Salvatore Cassano. È un onore - ha detto Gala - essere con voi assieme a Vincent Tummino che ha fatto parte del corpo per 30 anni e del mio ex capo Daniel Nigro per prendere in consegna questa meravigliosa opera dei maestri di Ravenna".

L'ex chief Nigro, che rappresenta per tutti gli eroi dell'11/9, ha detto che chi trova un amico, trova un tesoro. "E noi vigili del fuoco abbiamo trovato tanti amici tra gli italoamericani e gli italiani e qui abbiamo uno straordinario esempio di questa profonda amicizia che viene da Chioggia, dal Veneto e posso assicurarvi che è particolarmente apprezzato".

Il console aggiunto Dino Sorrentino, da poco alla sede di Park Avenue, ha portato il saluto del console generale aggiungendo "anche se sono qui solo da qualche settimana, ho potuto apprezzare l'intenso lavoro che svolge Ilica per la comunità".

Durante il gala, Ilica ha assegnato alcuni riconoscimenti. Letizia Airos ha ricevuto il premio "Donna Ilica 2011" consegnatole da Annalisa Liuzzo che l'ha definita "una pioniera del XXI secolo che usa la moderna tecnologia per comunicare con la forza dei sentimenti più tradizionali passione e professionalità".

Airos è direttore responsabile del portale multimediale online "i-Italy", in doppia lingua, che si occupa di promuovere la cultura italiana e di informare su questioni italiane negli Stati Uniti.

Airos dirige anche il trimestrale dell'Associazione Nazionale Famiglie Italiane, è webmaster del sito di "America Oggi" e svolge attività giornalistica per altre testate sia in italiano che in inglese.

Alcuni mesi fa il presidente Giorgio Napolitano l'ha insignita della onorificenza di Cavaliere dell'Ordine Stella della Solidarietà. La Airos è inoltre autrice di diversi libri.

Per ricordare la figura di Frank Stella, Ilica ha chiesto all'artista Alessandro Marrone di creare un'opera da assegnare ogni anno alla memoria di quello che il presidente Vincenzo Marra ha definito "il primo leader del XX secolo per gli italoamericani".

Il "Frank Stella Legacy Award" è stato consegnato dal segretario di Ilica Antonio Miele a John Marino, "un leader - ha detto Miele - che impersona i valori di Stella: coerenza, professionalità e indipendenza". Marino è direttore esecutivo nazionale della National Italian American Foundation (Niaf) di Washington, è nato a Jersey City da genitori salernitani.

Un altro riconoscimento è andato al docente e autore Enrico Bruschini che con gli Usa ha un particolare rapporto nella sua ex veste ufficiale di storico d'arte dell'ambasciata americana a Roma. A consegnare il premio a Bruschini è stato lo stesso artista toscano creatore dell'opera, Alesandro Marone.

Anche al giornalista, autore e storico pugliese Pino Aprile che il giorno precedente aveva vivacemente partecipato al confronto "Terroni Polentoni" alla St. John's University, Ilica ha voluto assegnare una statuetta artistica.

Aprile è stato vice direttore di "Oggi" e direttore di "Gente", ha lavorato con Sergio Zavoli all'inchiesta "Viaggio nel Sud" e alla rubrica settimanale "Tv7", diventando il giornalista meridionalista più seguito in Italia i cui lettori asseriscono che "ha ridato voce e dignità al Sud". L'anno scorso Aprile ha pubblicato il saggio giornalistico "Terroni", divenuto in breve un best seller, in cui descrive in tono di invettiva gli eventi che hanno penalizzato economicamente il Meridione, dal Risorgimento ai giorni nostri.

Anche il sindaco di Bari, Michele Emiliano rientra in Italia portandosi come ricordo di Ilica un'opera di Marrone, mentre al presidente Vincenzo Marra il sindaco ha fatto dono di una riproduzione del Teatro Petruzzelli.

Al termine del gala Marra e il rappresentante dell'associazione del Michigan, Antonio Rugiero hanno annunciato che tra breve sarà prodotta una statua del tenore scomparso Luciano Pavarotti che sarà installata di fronte alla Opera House di Detroit, la prima che viene realizzata sul territorio americano alla memoria del cantante modenese.  (Riccardo Chioni -America Oggi /Inform)


Vai a: