INFORM - N. 163 - 6 settembre 2011


MOVIMENTI POLITICI

Ai lavori Ricardo Merlo, Mirella Giai, Mariano  Gazzola e Caudio Zin

Maie: congresso a Santa (Argentina)

Giai: “Consolidare il nostro movimento per difendere gli interessi degli italiani all'estero”. I nuovi dirigenti Maie della Circoscrizione di Santa

 

SANTA FE’ – Si è tenuto a Santa , sabato scorso, il Congresso circoscrizionale del Movimento Associativo Italiani all'Estero al quale hanno partecipato il presidente del Maie on.Ricardo Merlo e  la sen. Mirella Giai, coordinatrice Maie America latina, insieme a Mariano Gazzola e Claudio Zin, presidente e vicepresidente del Maie-Argentina.

L'assemblea si è riunita presso l'istituto Dante Alighieri e la riunione è iniziata con il saluto di Maria Ester Valli, responsabile Maie Santa , che ha organizzato il congresso con Susanna Colombo (consigliere Comites). Maria Ester Valli ha introdotto i lavori con la proiezione di un filmato realizzato dal Maie per il 150° anniversario dell'Unità italiana, ideato dalla sen. Mirella Giai.

Prima relatrice al congresso proprio la coordinatrice Maie America Latina, che ha ricordato il valore del lavoro fatto dai predecessori immigrati, in particolare con l'associazionismo, che, ha detto, deve essere trasmesso come un valore alle nuove generazioni. “In questo momento - ha affermato Giai - è necessario che i nostri ragazzi siano consapevoli dell'enorme ricchezza che i loro padri  e nonni hanno generato. In questo senso - ha proseguito Giai - il Maie sarà la palestra dove i nostri giovani  potranno allenarsi  a immaginare nuove  prospettive per il Paese. Ecco perché abbiamo già organizzato, negli anni scorsi, e continueremo ad organizzare in futuro, i seminari di formazione politica  del Maie: dobbiamo preparare nuovi leaders che possano rappresentarci adeguatamente in Italia, nelle istituzioni. Noi continuiamo a consolidare  il nostro movimento con lo scopo di  difendere gli interessi degli italiani all'estero”.

Poi è stato il turno di Claudio Zin, vicepresidente Maie Argentina, che dopo una riflessione sul filmato appena visto, da lui definito “un guardiano della memoria”, utilissimo  perché “dobbiamo ricordare sempre la nostra storia per costruire il presente ed immaginare il futuro.Ed è questa una cosa che stiamo facendo attraverso il nostro  movimento - ha aggiunto - Dal punto di vista politico non c'è alternativa, come italiani all'estero, che  mantenere la nostra indipendenza e la nostra identità. Oggi, il Maie può contribuire Tantissimo ad aiutare l'Italia ad uscire dalla crisi”.

Quindi è intervenuto il presidente Ricardo Merlo, che ha ribadito che il Maie è un movimento non legato a politiche partitiche che cresce velocemente. L’on. Merlo ha poi parlato della sua formazione politica nell'associazionismo, del fatto che quando si presentò la possibilità di rappresentare gli italiani all'estero. “Abbiamo voluto costruire – ha detto Merlo - un movimento che sapesse cosa fare senza bisogno che qualcuno da Roma venisse a dircelo. Il Maie, nato nel seno dell’ Associazionismo italiano, ha mantenuto la sua indipendenza. Ha vinto due elezioni. E in Italia oggi, può fare alleanze senza vincolo di subalternità” . l’on. Merlo ha spiegato anche che la sfida più grande oggi per il Maie è cercare di influire sempre di più sulle politiche italiane e testimoniare la propria presenza. “Per questo – ha detto - è necessario crescere di numero in Parlamento. E' un grosso impegno, ma siamo convinti che ci riusciremo”.

Nel corso dei lavori, si è proceduto alla nomina dei nuovi dirigenti della Circoscrizione di Santa , che fa capo a Rosario.

Mariano Gazzola, presidente Maie Argentina, dopo aver approvato le designazioni le ha rese note. I nuovi dirigenti sono: Marcelo Pintagro, vice coordinatore Rosario; Lidia Deon, responsabile Rafaela; Laura Moro, responsabile Paraná; Mariano Lucchesi, responsabile San Nicolas; Gabriel Perrone, responsabile Santo Tomé; Carlos Rosso Laner, responsabile Concordia; Ana Maria Scapigliatti, responsabile San Lorenzo.

Al termine della riunione Susanna Colombo ha letto un messaggio di saluto del governatore della Provincia di Santa , Antonio Bonfatti. (Inform)

 


Vai a: