INFORM - N. 136 - 15 luglio 2011

 


TRASPORTI ALLE FRONTIERE

Regione Friuli Venezia Giulia e Rete Ferroviaria Italiana sigleranno una convenzione

“Adria_A”: Rft realizzerà la progettazione del lato italiano

 

TRIESTE - Regione Friuli Venezia Giulia e Rete Ferroviaria Italiana sigleranno un'apposita convenzione per avviare le attività di studio e di progettazione dell'“anello” metropolitano e delle infrastrutture ferroviarie (ritenute ancora necessarie) previste nel progetto Ue “Adria_A/Accessibilità e sviluppo per il ri-lancio dell'area dell'Adriatico interno”.

La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi, ha infatti approvato lo schema di convenzione che sarà sottoscritta a breve con RFI, che dovrà concludere il suo lavoro entro il luglio del prossimo anno.

Nello specifico, l'atto definisce che Rete Ferroviaria Italiana sarà chiamata a realizzare il progetto preliminare del lato italiano del collegamento Nova Gorica-Vrtojba-Gorizia, con la connessione diretta da/per Trieste, lo studio di fattibilità della parte italiana della linea Trieste-Capodistria, il progetto di adeguamento della galleria di cintura triestina (con le connesse 'bretelle') per consentire il transito del traffico passeggeri, lo studio di fattibilità della riqualificazione dell'esistente linea Prosecco-Opicina-Confine di Stato.

Obiettivo finale del progetto “Adria_A”, dotato complessivamente di 3,5 milioni di euro, è la progettazione preliminare della linea di metropolitana leggera per il collegamento passeggeri tra Trieste e Capodistria, ma anche di Gorizia e Nova Gorica con l'entroterra sloveno, ed i tre aeroporti di Ronchi dei Legionari, Venezia e Lubiana. (Inform)

 


Vai a: