INFORM - N. 128 - 5 luglio 2011


UNIONE EUROPEA

La Polonia presidente di turno dal 1° luglio

Frattini incontra a Roma il ministro degli Esteri polacco Radoslaw Sikorski

 

ROMA - Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha avuto ieri una lunga colazione di lavoro con l’omologo polacco, Radoslaw Sikorski. Si trattava della prima di una serie di visite nelle capitali europee che il ministro Sikorski ha svolto in qualità di presidente di turno dell’Unione Europea, ruolo che la Polonia riveste dal 1 luglio. Sikorski ha illustrato in dettaglio alcuni obiettivi prioritari della presidenza polacca, tra cui la continuazione dei progressi per l’allargamento dell’Ue ai Balcani Occidentali, l’accordo di associazione con l’Ucraina, il rilancio del negoziato tra Ue e Turchia, il progetto per dar vita ad una European Endowment for Democracy, alla luce anche degli sviluppi della primavera araba, la politica di vicinato,incluso il Partenariato Orientale, in vista del Vertice del prossimo autunno, l’avvio del negoziato sul quadro finanziario dell’Unione post-2013 e la politica di sicurezza europea.

Nell’apprezzare il gesto del suo interlocutore di scegliere Roma quale prima tappa del suo tour europeo, Frattini ha sottolineato la convergenza da parte italiana con molte delle priorità indicate dalla presidenza polacca. Nello specifico, sui temi dell’allargamento, del negoziato con la Turchia, sull’accordo con l’Ucraina, nonché sul progetto European Endowment for Democracy per mantenere viva l’attenzione da parte dell’Europa sugli sviluppi democratici, in particolare nell’area del Mediterraneo e del Medio Oriente. Per mantenere e consolidare ‘il momento democratico’ in quest’area, Frattini ha del resto ribadito la necessità di un più forte e tempestivo impegno europeo ed internazionale per il rilancio delle economie dei due paesi.

I due ministri hanno avuto anche un approfondito scambio di vedute sugli sviluppi della crisi libica e sulla situazione in Medio Oriente, con particolare riguardo all’azione dell’Ue nel quadro del Quartetto per il rilancio del processo negoziale.

Sul piano bilaterale è stato ribadito lo stato eccellente delle relazioni tra i due paesi, anche in campo economico (l’Italia è il terzo partner commerciale della Polonia) e culturale. (Inform)

 


Vai a: