INFORM - N. 239 - 23 dicembre 2010


ITALIANI ALL’ESTERO

Messaggio dall’ambasciatore italiano in Cile alla collettività italiana

Vincenzo Palladino fa gli auguri in vista delle festività natalizie e segnala gli impegni per il nuovo anno

 

SANTIAGO DEL CILE – Un messaggio dall’ambasciatore italiano in Cile, Vincenzo Palladino, augura a tutti i connazionali residenti in loco buon Natale e buon anno nuovo.

“L’anno che si conclude in questi giorni è stato per il Cile del tutto particolare:  si è aperto con un cambio storico alla guida del governo, con l’elezione del Presidente Piñera dopo venti anni di “Concertación” – scrive Palladino, - ha registrato il catastrofico terremoto del 27 febbraio, poi il dramma, per fortuna conclusosi positivamente, dei 33 minatori sepolti nella miniera di San José, e da ultimo la tragedia del carcere di San Miguel”.

“Come italiani, siamo stati costantemente vicini ai fratelli cileni nei momenti difficili, e voglio ricordare a questo riguardo, accanto a tante iniziative di solidarietà da parte di privati, il dono del nostro governo di un ospedale modulare, già pienamente operante a Talca, di un valore di circa 10 milioni di dollari. Il prossimo anno – aggiunge l’ambasciatore - ci vedrà impegnati nella commemorazione del 150º anniversario dell’Unità di Italia, una ricorrenza che chiama a raccolta tutti i compatrioti e che spero potremo celebrare con una nutrita e variegata serie di eventi, che ricordino anche al popolo cileno i valori del nostro Risorgimento, come l’anno appena trascorso ha messo in rilievo il Bicentenario del Cile”. 

“Vorrei concludere assicurando che anche per il 2011 una delle priorità dell’Ambasciata, attraverso la cancelleria consolare, sarà di fornire ai nostri connazionali meno fortunati tutta l’assistenza consentita dalle risorse disponibili, - precisa Palladino - e di erogare i normali servizi consolari con cortesia ed efficienza”. “Nel formulare i più sentiti auguri per un sereno Natale ed un prospero 2011 – conclude il messaggio, - colgo l’occasione per inviare a tutti voi i più affettuosi saluti”. ( Inform )


Vai a: