INFORM - N. 228 - 7 dicembre 2010


EVENTI

Giornata delle Marche il 10 dicembre ad Ancona

 

ANCONA - Sarà focalizzata su tre importantissimi eventi celebrativi per la comunità marchigiana la sesta edizione della Giornata delle Marche: il IV Centenario della morte di Padre Matteo Ricci, il III Centenario della nascita di Giovan Battista Pergolesi e il quarantennale della nascita della Regione. “La Giornata delle Marche - spiega il presidente della Regione, Gian Mario Spacca - offre alla comunita` l'occasione per riflettere sulla storia, la cultura, le tradizioni e le testimonianze della nostra regione e per rafforzarne la conoscenza e il senso di appartenenza. Al centro di questa sesta edizione, abbiamo scelto di porre tre ricorrenze di grande significato per le Marche, perche` celebrano due figli illustri della nostra terra e tracciano la storia dell'istituzione regionale a 40 anni dalla sua fondazione”.

 Il 10 dicembre, la data scelta per festeggiare la Giornata delle Marche, e` il giorno in cui in ogni parte del mondo, i marchigiani si ritrovano per la solennita` della Madonna di Loreto, riconosciuta universalmente come riferimento ideale e spirituale della propria terra e delle proprie origini, e coincide, inoltre, con la Giornata della pace voluta dal Consiglio regionale delle Marche e con il giorno della Dichiarazione dei diritti dell`uomo.

Ogni edizione ha avuto una citta` capoluogo di provincia come protagonista: nel 2005 Ancona, nel 2006 Pesaro, nel 2007 Ascoli Piceno, nel 2008 Fermo, nel 2009 Macerata. Quest'anno la Festa dell'identita` regionale torna ad Ancona.

Il programma dell’edizizione 2010 . Il programma e` stato da poco definito: “Nonostante le misure di contenimento della spesa che si impongono in questo periodo di crisi e di pesanti riduzioni dei trasferimenti statali - prosegue Spacca - non si e` voluto mancare a questo appuntamento per riaffermare quei valori di unita`, coesione, laboriosita` e coraggio, propri di tutti i marchigiani, oggi tanto piu` importanti e necessari”.

Le celebrazioni si svolgeranno nel pomeriggio, al Teatro delle Muse di Ancona. Inizio alle ore 17.00 con i saluti delle autorita` e con la proiezione di filmati sui temi della Giornata delle Marche 2010. Il presidente Spacca sara` protagonista di un talk show animato dall'inviato speciale del Tg1 Duilio Giammaria. Saranno poi consegnati il Picchio d'oro e il Premio speciale del Presidente della Regione. Concludera` la manifestazione il concerto 'Omaggio a Giovan Battista Pergolesi e Padre Matteo Ricci' dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta dal maestro Yong Yan Hu ed accompagnata dalla celebre pianista Jin Ju. Il programma generale della giornata prevede, inoltre, l'inaugurazione della mostra fotografica 'Le Marche under Quaranta' di Lorenzo Cicconi Massi, allestita alle Muse. .

Giornata delle Marche: le origini. La Giornata delle Marche si propone come uno straordinario momento di condivisione, di riflessione e di rilancio della nostra presenza in Italia e nel mondo. Il 10 dicembre e` una data simbolica: in ogni parte del mondo, i marchigiani si ritrovano per la solennita` della Madonna di Loreto, riconosciuta universalmente come riferimento ideale e spirituale della propria terra e delle proprie origini. Il 10 dicembre, tra l'altro, coincide con la giornata della pace voluta dal Consiglio regionale delle Marche, ed e` il giorno della dichiarazione dei diritti dell``uomo.

L'idea di costruire un collegamento con i marchigiani residenti all'estero attraverso celebrazioni ed eventi e` nata nel 2005, dall'Argentina, il Paese dove si e` concentrata la maggiore emigrazione dei nostri corregionali tra l'800 e il `900. Da quella occasione, la Regione Marche si e` resa promotrice dell'iniziativa di dedicare un giorno all'anno ai festeggiamenti della 'marchigianita`'. Proposta al Consiglio regionale, fu trasformata in legge, la numero 26 del primo dicembre 2005. Il principio su cui si basa la legge e` quello di contribuire alla conoscenza e al rafforzamento del concetto di appartenenza alla comunita` regionale. Una regione di modeste dimensioni la nostra, che, sempre piu`, a partire dai suoi valori, dalla sua cultura, dal suo operare, si e` 'allargata' e aperta al mondo. Le edizioni precedenti Ogni anno viene scelto un tema, una comunita` all'estero, una citta` del paese per i festeggiamenti ed una citta` della regione Marche. Ad ogni edizione viene inoltre assegnato il premio 'Picchio d'oro', riconoscimento ai corregionali che si sono distinti nei rispettivi settori professionali. 2005 tema: "Le Marche nel mondo"; comunita`: Argentina (Buenos Aires); citta`: Jesi. Il 'Picchio d'oro' e` stato attribuito a Luisa Gregori, ricercatrice dell``Universita` del Maryland a Baltimora e jesina di nascita. 2006 tema: "Le Marche e l'Europa, l'emigrazione ed il lavoro"; comunita`: Belgio (Bruxelles); citta`: Pesaro. Il riconoscimento del Picchio d'oro e` stato assegnato a Francesco Bellini, scienziato-imprenditore farmaceutico, emigrato a Montre`al. 2007 tema: "``Giovani: cittadini delle Marche, cittadini del mondo"; comunita`: Canada (Montreal); citta`: Ascoli Piceno. Il picchio d'oro 2007 e` stato attribuito a Iginio Straffi, amministratore delegato della Rainbow s.p.a. che produce le fatine Winx. 2008 tema: 'Anziani: pieni di vita', comunita`: Australia (Sidney); citta`: Fermo; il picchio d'oro 2008 e` stato attribuito a Basilio Testella, artigiano del distretto calzaturiero. 2009 tema: 'Padre Matteo Ricci, le Marche, l'Oriente', citta`: Macerata; il picchio d'oro 2009 e` stato attribuito allo scenografo e due volte premio ``Oscar`` Dante Ferretti e un premio speciale del presidente della Regione e` andata ad Adriano Ciaffi, presidente del Comitato per le Celebrazioni Ricciane. (Luca Guazzati/Inform)

 

 


Vai a: