INFORM - N. 222 - 29 novembre 2010


ASSOCIAZIONI

Quarto Convegno Internazionale  in Florida per i Siciliani del Nord America

A Fort Lauderdale, per presentare il bilancio dei lavori dell'ultimo anno e i nuovi progetti in corso di sviluppo

 

MIAMI - La Confederazione dei Siciliani del Nord-America (CSNA), dopo il primo anno di fondazione ad Atlantic City (2007), ha scelto successivamente di fare tappa nel Massachusetts (Boston 2008) e in Canada (Toronto, 2009) con lo scopo di avvicinare e unire sempre di più le varie comunità dei siciliani presenti nel vasto territorio nord-americano. Quest'anno è toccato alla Florida, più precisamente a Fort Lauderdale, ospitare, il 12 e 13 novembre scorso, il IV congresso di CSNA per presentare il bilancio dei lavori dell'ultimo anno e i nuovi progetti in corso di sviluppo.

A dare conto del Convegno la stessa Csna in una nota, nella quale si riferisce anche della premiazione di alcuni siciliani distintisi in varie discipline e attività: Francesco Cafiso per il talento internazionale della musicale; l'architetto Arturo Giancarlo Pirrone di Atlanta; il giornalista Gaspare Borsellino di Italpress; la cantante Romina Arena; il leggendario pilota della Ferrari, plurivincitore della Targa Florio, Nino Vaccarella. Nel contesto della convention è stata inoltre allestita una mostra dedicata alla Targa Florio, di cui Vaccarella fu l'Imperatore. Infine, al bravissimo conduttore televisivo, Salvo La Rosa - alle sue spalle, ben 2100 puntate del suo programma di battaglia, Insieme, in onda tutte le sere su Antenna Sicilia - è stato assegnato il President Award. La Rosa ha offerto il teatro dove registra la sua trasmissione per ospitare un eventuale congresso della CSNA in Sicilia.

Tra i tanti appuntamenti in programma, da non dimenticare infine lo straordinario spettacolo teatrale - One Man Show ovvero lassatu sulu - eseguito dal grandissimo attore siciliano, Gilberto Idonea. Un'esilarante galoppata linguistica di gesti e silenzi da vero mattatore, magistralmente improvvisata come una jam session con un microfono appeso al collo, un audio non adeguatamente controllato dal tecnico, in una sala non certo attrezzata per la performance, ciononostante volando teatralmente leggero e altissimo su un canovaccio composto con frammenti della grande letteratura teatrale siciliana (Pirandello, Martoglio, Giovanni Grasso, Angelo Musco, Ignazio Buttitta) e con tanti luoghi comuni dei siciliani di Sicilia e di quelli dell'emigrazione. Duro, crudo e tagliente Aidonìa - come lo chiamano gli americani - ha fatto ridere fino allo svenimento il pubblico foltissimo.

Il 13 novembre, alla presenza del pres.Avola e del  chairman di CSNA, Nicola Aiello,  del vice chairman, Domenico Campione, e del Rappresenatnte in Italia Enzo Graci, hanno preso il via i lavori del convegno - moderatori Giuseppe Rollo e Augusto Sorriso. Tra gli interventi più apprezzati, quello di Vincenzo Arcobelli, uno dei principali fondatori di CSNA: analitico, concreto, lucido e anche risolutivo, con uno sguardo in avanti impastato di coraggio e determinazione. Innanzitutto, ha ricordato l'anniversario dei caduti di Nassirya, per poi passare in rassegna alcuni punti-chiave del dibattito, quale la "realta` e le difficolta` ma non l`impossibilita`da parte della  CSNA per continuare a unire i siciliani sparsi in Nord America e nel mondo". Ha elencato alcune attività svolte finora dalla CSNA, quali il rafforzamento dei rapporti con enti autonomi, privati e pubblici della Sicilia e con Istituzioni americane;i protocolli d'intesa con la Fondazione Federico II , e  tra l`ERSU di palermo con Universita` Texane, il contributo ad un universita' canadese nel promuovere la lingua e cultura italiana , cosi come l`invio di un pulmino a  disposizione dei piu bisognosi ed i disabili del paese di Giampilieri ,paese danneggiato dal tragico alluvione, le delusioni e anche le soddisfazioni per alcuni gemellaggi di ricerca e industria avviati tra Boston e la Sicilia, richiamando di diritto a "passare dalle chiacchiere ai fatti", chiedendo "il rispetto per gli emigrati che hanno sacrificato sangue per portare progresso e sviluppo in tutto il continente  americano". Arcobelli ha chiuso il suo intervento sottolineando la necessità nel direttivo di nuove giovani risorse umane e anche economiche, come valore aggiunto per tutta l`organizzazione e per il bene della Sicilia e dei Siciliani nel mondo. Citando infine il grande comico Idonea, ha ricordato che "il peggior nemico di un siciliano è sempre un altro siciliano", richiamando così l'attenzione del board e del pubblico sull'importanza della parola "legacy", l'eredità, per saldare un legame forte tra passato e futuro, facendo della memoria un generatore di avvenire da lasciare in eredità ai figli e ai nipoti.

Nel pomeriggio, in chiusura dei lavori, la parola a un giovane: Mauro Aprile Zanetti, "scrittore, regista e reporter NYC-based", il quale ha aperto il suo intervento con una critica diretta all'organizzazione, di cui in fondo tutti si sono lamentati (board di CSNA incluso!), per aver mancato l'opportunità di creare una vera tavola rotonda per presentare il bilancio delle attività di CSNA e per proporre e discutere di progetti e strategie per il futuro. Da qui, lapresentazione di un’iniziativa concreta: Aprile infatti, insieme a un altro giovane, Francesco F. Daniele, che tra l'altro fa parte della Commissione Giovani di CSNA, stanno guidando in USA, rispettivamente come art director e organizzatore, ",una piattaforma multimedia per il web, www.memoro.org, nata a Torino 2 anni fa, e ora promossa da loro con un profilo pensato per gli States", in cui "il ruolo principe ce l'hanno i giovani studenti universitari, invitati a occuparsi in prima persona a raccogliere video-interviste di anziani delle rispettive comunità, usando anche i cellulari, i cosiddetti smartphones, per poi caricarli online. Così da salvaguardare memorie e identità, dando maggiore importanza al proprio passato: conoscere le proprie radici per meglio sapere dove poter arrivare con le fronde". Zanetti ha già filmato a Brooklyn alcune testimonianze della comunità siciliana della Society of the Citizens of Pozzallo. "Per vederli basta andare sul sito - ha concluso il giovane autore - entro dicembre sarà disponibile una versione più dinamica del piattaforma web. Considerate la piattaforma a vostra disposizione per coinvolgere attivamente i giovani a fare parte di questo team CSNA, rafforzando proprio il legame-legacy con le origini".

Alla cena di gala, dove hanno fatto gli onori di casa Salvo Mulè e Anna Vinci, sono stati anche proiettati i video-messaggi dell’onorevole Enzo Bianco, ex sindaco di Catania e del ministro Ignazio La Russa,molto applaudito.

Tra le Autorita’ presenti ,il Console Generale d’Italia a Miami Marco Rocca, il Vicepresidente della Regione Siciliana On.Santi Formica,il Deputato Regionale On.Pippo Gianni,il pres.della Provincia di Palermo On.Giovanni Avanti,,l`Assessore Giovanni Tomasino, il Cons.Giovanni Mammana,il Sindaco di Torrenova(ME)Benedetto Russo, i Dirigenti dell’Assessorato Regionale all’Emigrazione, la  D.ssa.Russo ed il Dr.Bologna.

In CSNA – conclude la nota - le premesse ci sono tutte per realizzare le proposte finali, approvate e verbalizzate dall’avv. Giuseppe Rollo: la cooperazione al progetto della Giordani foundation, la promozione di talenti oriundi siciliani attraverso musica e borse di studio, il patrocinio a Memoro USA, l’organizzazione della giornata per le eccellenze siciliane nel mondo. Video alla pagina http://www.lenotizieusa.com/csna/csna2010.htm (Inform

 

 


Vai a: