INFORM - N. 213 - 16 novembre 2010


TAVOLA ROTONDA

Oggi al Cnr in occasione della presentazione del numero monografico della rivista del Cser “Studi Emigrazione”

“Inserimento lavorativo delle immigrazioni qualificate provenienti dai paesi dell’Est Europeo”

 

ROMA - “Inserimento lavorativo delle immigrazioni qualificate provenienti dai paesi dell’Est Europeo”. E’ il tema della tavola rotonda che si tiene oggi pomeriggio a Roma. Organizzata in occasione della presentazione del numero monografico della rivista del CSER “Studi Emigrazione” n. 179, a cura di M. Carolina Brandi, “Le migrazioni qualificate dall’Europa dell’Est verso l’Italia”, la tavola rotonda hainizio alle ore 16 presso il CNR (Aula Marconi - P.le Aldo Moro 7).

L’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali (IRPPS-CNR), nell'ambito di un Progetto del Consiglio Nazionale delle Ricerche (approvato dal CNR come “Ricerca a tema libero” nel 2008) e il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Universitŕ degli Studi di Torino, in collaborazione con l’Istituto di Ricerche Economiche e Sociali – Ires Piemonte hanno svolto una “Indagine sull'inserimento lavorativo delle immigrazioni qualificate provenienti dai Paesi dell'Est Europeo”. I due gruppi di ricerca a Roma ed a Torino hanno lavorato in maniera autonoma, con propri finanziamenti, ma sullo stesso argomento ed utilizzando per le interviste il medesimo questionario. L’obiettivo del lavoro era quello di studiare la collocazione di questi migranti nel tessuto produttivo e sociale italiano, con particolare attenzione al corretto utilizzo delle loro competenze, ai problemi connessi con il riconoscimento del titolo di studio ed all'accesso alle professioni.

I risultati di questo lavoro sono presentati in questo numero di Studi Emigrazione, nel quale sono stati raccolti saggi che riguardano un confronto tra i modelli interpretativi proposti da diversi autori e le politiche di accoglienza adottate dalle diverse nazioni riguardo alle migrazioni qualificate, un approfondimento sui problemi del riconoscimento nel paese d’arrivo dei titoli di studio ottenuti dagli immigrati in patria ed i risultati di una Indagine pilota (con il sistema CAWI) rivolta ai cittadini dei paesi dell’Est europeo ad alta qualificazione residenti in Italia. (Inform)

 


Vai a: