INFORM - N. 210 - 11 novembre 2010


ITALIA-ARGENTINA

Da Berlusconi a Palazzo Grazioli il governatore della provincia di Salta Juan Manuel Urtubey

Si è parlato della collaborazione con aziende italiane, di interscambio culturale e di formazione professionale

 

ROMA -  Nei giorni scorsi il primo ministro italiano Silvio Berlusconi ha ricevuto a Palazzo Grazioli il governatore della provincia argentina di Salta Juan Manuel Urtubey. All’incontro ha preso parte il ministro degli Esteri Franco Frattini. Fra i presenti anche Carmelo Pintabona, vicepresidente della Camera di Commercio Siciliana di Argentina e presidente della Fesisur, la Federazione che raggruppa le associazioni siciliane del paese sudamericano. Durante il colloquio - riferisce la Fesisur - si è discusso, fra l’altro, degli investimenti italiani nella provincia di Salta, di interscambio culturale e della  formazione professionale. Dal canto suo il governatore della provincia argentina ha espresso l’intenzione di stabilire forti vincoli con l’Italia, e con altri paesi dell’Europa, per portare benefici concreti agli abitanti di una delle più importanti provincie del nord-ovest argentino nell’ambito della Zona d’Integrazione del Centro Ovest Sudamericano (Zicosur). Il governatore ha inoltre informato il primo ministro italiano sulle risorse minerarie ed energetiche della provincia, sui positivi sviluppi nella produzione di litio e nel campo turistico e sull’apprezzamento nel mondo per i vini di qualità della provincia di Salta.

Dopo l’incontro il governatore Urtubey ha affermato : “vogliamo stabilire rapporti con i paesi del primo mondo, l’abbiamo già fatto con la Francia, con la Spagna e adesso tocca all’Italia. Abbiamo inoltre discusso della possibilità di lavorare con aziende italiane. Berlusconi ha paralato di una  donazione di moderne attrezzature e sistemi di sicurezza che oggi stanno funzionando perfettamente in Italia; lo scopo è quello di migliorare l’uso  della tecnologia per la lotta alla criminalità”. Durante il viaggio il governatore di Salta , che prima di incontrare il premier italiano ha avuto un colloquio con i vertici delle aziende Selex Sistemi Integrati, Finmeccanica e Impregilo, ha firmato anche un accordo di cooperazione con la “Ècole nationale d’administration” francese ed  è stato ricevuto dall’ambasciatore argentino in Italia, Torcuato Di Tella.

Durante il colloquio con Urtubey  il premier italiano ha inviato un saluto ai connazionali in Argentina, si è soffermato sul tema dell’assistenza e ha fatto il punto sulla politica internazionale, sottolineando il positivo lavoro svolto dal presidente del Brasile, Luis Inácio “Lula” Da Silva; dal capo della Casa Bianca Barack Obama; del presidente della Francia, Nicolás Sarkozy e dal cancelliere tedesco Angela Merkel. Berlusconi si è inoltre informato sulla situazione dell’Argentina dopo la morte dell’ex presidente Nestor Kirchner. (Inform)


Vai a: