INFORM - N. 198 - 25 ottobre 2010


QUIRINALE

Il Presidente Napolitano in Cina. Lo accompagna il ministro Frattini

 

PECHINO - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è in visita di Stato nella Repubblica Popolare cinese, da 23 al 28 ottobre, su invito del Presidente Hu Jintao. Lo accompagna il ministro degli Esteri Franco Frattini.

La visita, iniziata a Pechino per concludersi a Hong Kong, prevede tappe a Shanghai, per l’Expo e a Macao, per una grande mostra che celebra il gesuita italiano Matteo Ricci, missionario ed esploratore, che a 400 anni dalla morte è considerato dai cinesi un esempio di rispettoso approccio europeo nei confronti del loro Paese. Il Presidente Napolitano vuole proprio affermare il ruolo dell’Italia come 'ponte' nelle relazioni tra Cina e Unione Europea che si vanno configurando, sia pure lentamente, nella forma del partenariato strategico.

Sul piano bilaterale, la visita del Presidente della Repubblica si propone di rafforzare i rapporti di amicizia e l’interscambio economico. Italia e Cina hanno appena firmato, durante la visita a Roma del primo ministro Wen Jiabao, quattro importanti accordi. Ma c'è ancora da sviluppare il partenariato strategico avviato nel 2004, dopo la visita di Ciampi a Pechino.

Ci sono grandi opportunità da cogliere per le nostre imprese. L'Italia è il 15esimo partner commerciale della Cina: il volume degli scambi nel 2009 è stato di 31 miliardi di dollari, con una flessione del 18% rispetto al 2008, per effetto della crisi economica globale che ha arrestato la galoppata dei cinque anni precedenti al ritmo del +27% annuo. Necessario anche riequilibrare il forte disavanzo negli scambi: dal 2004 al 2008 il surplus della Cina è più che quintuplicato raggiungendo il tetto di 15 miliardi di dollari. (Inform)


Vai a: