INFORM - N.197 - 22 ottobre 2010


ITALIANI ALL’ESTERO

Consiglio regionale Calabria: il presidente Talarico fra i corregionali  di successo dell’Ontario

 

TORONTO –  Una forte sollecitazione alla compattezza dei calabresi d'oltreoceano nel collaborare con l'amministrazione regionale “per risolvere le varie problematiche che oscurano una delle regioni più belle della penisola e, allo stesso tempo, stimolare l'interesse generale verso la loro terra che, oggi, ha tante energie e anche risorse inutilizzate da sfruttare”, è stata espressa dal presidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Talarico che nei giorni scorsi ha incontrato i corregionali a Toronto dove, insieme alla sua delegazione, ha fatto una breve tappa dopo le celebrazioni newyorkesi del Columbus Day

Nella metropoli canadese Talarico e i consiglieri Luigi Fedele  (capogruppo Pdl), Nino De Gaetano (capogruppo Fds) e  Alfonso Dattolo (presidente Commissione territorio e ambiente) hanno potuto constatare che “il ‘sogno canadese’ per molti calabresi si è avverato in pieno” e che “tanti sono a pieno titolo classe dirigente” del grande stato nordamericano.

Talarico, Fedele, De Gaetano e Dattolo hanno visitato Vaughan, città-satellite di Toronto, e si sono fermati al ‘Primavera’, mega-salone per ricevimenti (proprietario della struttura è Frank Falvo, partito trent’anni fa da Nicastro, perito meccanico e diventato un uomo d’affari e il ‘re’ dell’acciaio di Montreal). Al ‘Primavera’, Falvo ha organizzato  per Talarico e la delegazione calabrese,interamente a proprie spese, una vera e propria convention di calabresi che contano  nell’Ontario.

E’ stato proprio Frank Falvo, a sintetizzare, porgendo il benvenuto al presidente Talarico e alla delegazione, lo spirito dell’incontro: “Qui a Toronto e dintorni – ha detto - abbiamo circa 250 mila persone di discendenza calabrese, è la citta` probabilmente con la più alta concentrazione di calabresi nel mondo”. “Potrete constatare di prima persona – ha aggiunto - come i nostri corregionali, con grande forza di volontà ed orgoglio si siano saputi affermare con imperiosa presenza, in tutti i settori della vita canadese”.

Intorno a Falvo, infatti, una trentina di invitati, tra i quali, imprenditori come Basilio Policaro, operatore di successo nel settore della vendita di auto (possiede con i fratelli Tony e Frank, originari come lui di Sant’Onofrio, una catena di concessionarie); il giornalista-scrittore Antonio Nicaso, originario di Caulonia, studioso di dinamiche sociali dell’integrazione italiana nel Nord America, conosciuto soprattutto per i suoi rigorosi saggi, densi d’impegno civile, fra i quali autentici best-seller sulla criminalità organizzata;  nella medicina, come Robert Maggisano, cardiochirurgo e docente all’Università di Toronto di origini catanzaresi; ancora altri imprenditori di successo, come Ralph Chiodo (originario di Soveria Mannelli), Mario Sergio, deputato al Parlamento dell’Ontario (oriundo cosentino).

La Calabria di oggi, coi suoi problemi ma anche le sue speranze, le questioni più scottanti, come la presenza mafiosa e gli altri ostacoli alla crescita economica, la ricerca e le prospettive del turismo, sono stati i temi più dibattuti. La collaborazione più franca con le istituzioni calabresi e le prospettive di investimenti “di ritorno”, sono state auspicate a chiare lettere dai “calabro-canadesi” che si sono definiti “professionisti ed imprenditori pronti a partecipare in eventuali progetti in Calabria”. “Per noi – ha affermato nel suo intervento il presidente Francesco Talarico- insieme al rammarico per non aver potuto e saputo far rimanere nella nostra regione così tante energie e tante intelligenze, c’è anche una immensa soddisfazione nel ritrovarvi così vitali, dinamici e uniti. Ma c’è pure in noi la speranza, che coltiviamo con ottimismo e fiducia, che possiate continuare a rappresentare una risorsa per la vostra terra d’origine, un patrimonio prezioso”. (Inform)

 

 


Vai a: