INFORM - N. 180 - 29 settembre 2010


ECONOMIA

Incontro a Bruxelles con la Direzione generale politiche regionali

Rossi: “L’80% dei fondi comunitari impegnati dalla Regione Toscana entro l’anno”

A gennaio la visita a Firenze del Commissario europeo Johannes Hahn

 

FIRENZE -  «Entro il prossimo dicembre impegneremo l'80% dei 3 miliardi e trecento milioni di fondi comunitari previsti nei programmi europei 2007-2013»  Lo ha detto ieri il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi durante la missione nella sede della Commissione Europea di  Bruxelles dove ha incontrato i vertici della Direzione generale delle politiche regionali. Il presidente Rossi, che ha ricevuto l'unanime riconoscimento per la capacità di investimento di queste risorse dimostrata dalla Toscana, ha definito a Bruxelles alcune linee di orientamento per il loro utilizzo. «La Toscana – ha proseguito il presidente - intende indirizzare i finanziamenti verso i progetti di innovazione delle imprese, sostenere con il fondo sociale i giovani laureati che vogliono completare all'estero la loro formazione e quindi reinserirsi in Italia con attività di ricerca e imprenditorialità. I fondi per l'agricoltura verranno prevalentemente dedicate alle politiche di filiera».

Il presidente Rossi ha anche annunciato che a gennaio 2011 verrà a Firenze il Commissario europeo per le politiche regionali Johanness Hahn per concordare con i rappresentanti delle regioni del centro nord l'impostazione del programma 2014 - 2020.

All'incontro Rossi ha consegnato al direttore aggiunto della DG Regio Michele Pasca Raymondo un dossier, dal titolo "La spesa ben spesa", su come la Regione Toscana ha in questi anni utilizzato i fondi europei. Progetti come il complesso fieristico di Carrara, la nuova pavimentazione della Piazza dei Cavalieri di Pisa, la linea 1 della tranvia di Firenze, il nuovo polo tecnologico di Piombino  e la scuola antisismica di Gallicano.  E ancora aiuti alle imprese, realizzazione di infrastrutture e servizi per 1.169 milioni di euro di investimenti. Nel dettaglio 338 milioni di euro sono arrivati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), 391 milioni dal Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale( FEASR), 313 dal Fondo Sociale Europeo (FSE), 121 milioni dalla Cooperazione Territoriale (FESR) e 6 milioni dal Fondo Europeo per la pesca (FEP). I progetti finanziati, alcuni già realizzati e altri in via di realizzazione, sono in totale 2006.

Per gli aiuti alle imprese 31 progetti di collaborazione tra imprese e centri di ricerca per il trasferimento tecnologico, 88 progetti di innovazione, 22 di integrazione e alleanza tra le imprese, 231 di ricerca e sviluppo di cui 15 condotti da donne. Tutti questi investimenti hanno creato 494 occupati nell'industria e nei servizi di cui 131 donne. Per quanto riguarda la mobilità il progetto più importante è stata la linea della tranvia fiorentina finanziata con 54 milioni di euro e poi 39 progetti per lo sviluppo delle aree svantaggiate, 10 progetti per la banda larga nelle aree montane, 60 progetti di sostenibilità ambientale.

Altro grande capitolo l'agricoltura dove con i soldi europei sono stati finanziati in parte o del tutto, 16.000 progetti e altri 5000 sono in corso di finanziamento. In 500 aziende agricole sono stati realizzati interventi di ammodernamento, sostenute 1500 aziende biologiche e oltre 1500 interventi per il rimboschimento e  sostenuti 100 agriturismi.  Il Fondo Sociale Europeo è intervenuto nei programmi anticrisi come la Cig in deroga, i voucher per la prima infanzia, la rete di sportelli sul lavoro Prometeo 3, l'orientamento e formazione per i lavoratori, gli interventi rivolti ai giovani ricercatori. Infine il programma di cooperazione transfrontaliero "Italia Francia Marittimo" che ha l'obiettivo di accrescere la competitività dell'Alto Mediterraneo, e il sostegno ai pescatori toscani con il Fondo Europeo per la Pesca che ha visto la realizzazioni di progetti di acquacoltura ad Orbetello e nel Golfo di Follonica e l'ammodernamento della f lotta di pescherecci. (Fabrizio Lucarini-Inform)


Vai a: