INFORM - N. 155 - 25 agosto 2010


DIPLOMAZIA

Arnaldo Abeti Ambasciatore a Minsk, Marcello Fondi Ambasciatore ad Asmara, Carlo Tripepi Ambasciatore a Copenaghen

 

ROMA – Arnaldo Abeti è il nuovo Ambasciatore d’Italia a Minsk (Bielorussia). Marcello Fondi è Ambasciatore d’Italia ad Asmara (Eritrea). Carlo Tripepi, Ambasciatore d’Italia a Copenaghen (Danimarca).

Le nomine, recentemente deliberate dal Consiglio dei ministri sono state rese note dalla Farnesina a seguito del gradimento dei Governi interessati.

Arnaldo Abeti, Ambasciatore d’Italia a Minsk

Nato a Chioggia, l’8 febbraio 1949, si laurea presso l’Università di Genova in scienze politiche nel 1974. Entra in diplomazia nel 1982, assumendo il primo incarico presso la Direzione Generale Relazioni Culturali, Ufficio III.

Il primo incarico all’estero, nel 1984, è presso l’Ambasciata di Abidjan, come Segretario Commerciale, per passare, nel 1987, a Berna.

Rientrato a Roma nel 1991, presta servizio presso il Gabinetto dell'On. Ministro, e, dal 1992, alla Direzione Generale Affari Economici (U.A.M.A.).

Dal 1994, è Reggente il Consolato Generale a Vancouver, confermato nella stessa sede come Console Generale nel 1996.

Dal 1998 è alla Rappresentanza permanente d'Italia presso l'O.N.U., con funzioni di Primo consigliere commerciale dal 1999.

Insignito nel 2002 dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica, dal 2002 al 2004 presta servizio alla Direzione Generale Cooperazione Economica e Finanziaria Multilaterale.

Nominato Ambasciatore a Windhoek nel 2004, dal 2007 è collocato fuori ruolo per prestare servizio presso il Ministero dell’Università e della Ricerca quale Consigliere Diplomatico dell’On. Ministro ed è nominato Ministro plenipotenziario nel 2008.

Alle dirette dipendenze del Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo dal 2009, è coordinatore per le tematiche della comunicazione relativa alla promozione e alla diffusione di informazioni sulle attività di cooperazione allo sviluppo

Marcello Fondi, Ambasciatore d’Italia ad Asmara

Nato a Rieti, il 15 ottobre 1960, si laurea presso l’ Università «Luiss» di Roma in scienze politiche nel 1984. Entra in diplomazia nel 1989, assumendo il primo incarico presso la Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo.

Il primo incarico all’estero, nel 1991, è da Reggente del Consolato a Maracaibo, dove’è confermato Console nel 1994, per poi passare, nel 1995, a Canberra come primo segretario commerciale.

Rientrato a Roma nel 1999, presta servizio presso all'Ispettorato Generale, dove, dal 2000, è Capo della Segreteria.

Reggente il Consolato Generale in Valona dal 2000, è confermato nella stessa sede quale Console Generale nel 2001, per poi passare alla Rappresentanza permanente presso l'OCSE in Parigi nel 2004.

Nominato nel 2007 Cavaliere Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica, rientra a Roma, ove presta servizio alle dirette dipendenze del Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo.

Dal 2008, poi, è Coordinatore di iniziative, attività e gruppi di lavoro previsti da impegni assunti in sede G8 su temi dello sviluppo, nonché dei seguiti derivanti da impegni assunti dalla Cooperazione nell’ambito della promozione dell’Expò di Milano.

Carlo Tripepi, Ambasciatore d’Italia a Copenaghen

Nato a Roma nel 1948, dopo la laurea in giurisprudenza ottenuta nel 1970 all’Università di Napoli, nel 1972 entra in carriera diplomatica, presso il Cerimoniale Diplomatico. Il primo incarico all’estero è nel 1974 a Tananarive, dove si occupa di relazioni commerciali; segue, dal giugno del 1978, la tappa ad Algeri con funzioni di primo Segretario, prima dell’assegnazione come Console a Mulhouse nel novembre del 1980.

Rientrato al Ministero nel 1983, presta servizio presso la Direzione Generale Affari Economici. Nel 1985 è alle dirette dipendenze del Direttore Generale degli Affari Economici. Parte per Parigi nel 1987, in qualità di Consigliere alla Rappresentanza permanente dell’Italia presso l’OCSE, per trasferirsi poi ad Ottawa nel 1992 come Primo Consigliere per l’emigrazione e gli affari sociali.

Di rientro a Roma, nel 1995, è Vice Responsabile dell’UAMA della Direzione Generale Affari Economici e alle dirette dipendenze del Direttore Generale degli Affari Economici dal febbraio del 1998.

Nel 1999 si trasferisce presso l’Ambasciata d’Italia a Parigi come Primo Consigliere. Promosso Ministro Plenipotenziario nel giugno del 2000, viene confermato nello stesso ruolo con funzioni di Ministro Consigliere.

Rientrato al Ministero nel gennaio 2004, riceve l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica e presta servizio alle dirette dipendenze del Direttore Generale per la Cooperazione Economica e Finanziaria Multilaterale e Coordinatore Non Proliferazione. Dal novembre del 2004 è Responsabile dell’UAMA, e diventa nel 2010 Coordinatore per l’armonizzazione dei controlli all’esportazione dei beni sensibili. ( Inform )


Vai a: