INFORM - N. 144 - 27 luglio 2010


RASSEGNA STAMPA

Dal Corriere della Sera, 27 luglio 2010

Adesione al 90%

Sciopero dei diplomatici: «I tagli affondano l’Italia»

 

ROMA — «Se la Farnesina va a fondo, l'Italia va fuori dal mondo». Questo lo slogan dello sciopero, «inconsueto» e proclamato «per l'Italia, contro chi disgrega le istituzioni», a cui ha aderito ieri il 90% dei diplomatici italiani. Una protesta contro i tagli «indiscriminati» previsti dalla manovra varata dal governo che - ha evidenziato il presidente del Sindacato nazionale dei dipendenti del Ministero degli Affari esteri (Sndmae), Cristina Ravaglia - metterebbero «in gioco i destini della politica estera italiana». Hanno aderito importanti sedi all'estero, come quella di Berlino, e intere direzioni generali della Farnesina sono rimaste chiuse.

Da Bruxelles, il ministro Frattini ha usato parole concilianti. E si è detto «sicuro» che, nonostante i tagli dovuti alla «crisi globale, la grande professionalità dei diplomatici consentirà loro di continuare a servire il Paese con lo stesso livello di eccellenza».

Ma quello dei diplomatici è lo sciopero «dell'orgoglio istituzionale» di centinaia di dipendenti di un ministero che «pesa appena lo 0,26% sul bilancio nazionale e ha un costo sul Pil dello 0,11%», cifre «insignificanti» rispetto a quelle di altri Paesi. Corriere della Sera del 27 luglio 2010)

Inform


Vai a: