direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alternanza Scuola/Lavoro, conclusa la prima fase. I ragazzi: “Occasione di crescita per migliorarsi”

ASSOCIAZIONI

Da “Pagina Pordenonesi” dell’Efasce

Nello scambio culturale l’incontro con i corregionali guidati dal presidente Efasce Lori Colussi 

 

PORDENONE – Il 18 settembre si è conclusa la prima parte del progetto di Alternanza Scuola/ Lavoro e di volontariato in Sud Africa.

Gli studenti coinvolti sono rimasti entusiasti dell’esperienza che hanno descritto come «un’occasione per mettere a frutto i propri talenti e imparare nuove modalità e termini specifici in campo lavorativo » (Agnese),«un incentivo a migliorare se stessi e dare sempre il meglio con il sorriso sulle labbra nonostante le difficoltà, come facevano i compagni di lavoro di Cape Town» (Alessandro). A nessuno è sfuggita la complessità, le differenze e i contrasti sociali ed economici presenti nella società, che però non hanno fatto venir meno lo spirito accogliente e disponibile dei suoi abitanti. «C’è la gente che sta bene e vive una bella vita e a breve distanza c’è chi abita nelle baracche delle townships: vedere queste cose con i propri occhi fa un altro effetto!» (Matteo).

I «Le persone che ho incontrato all’ospedale della Croce Rossa vivono con molte difficoltà, scarsità di acqua e di elettricità, ma hanno sempre voglia di sorridere» (Mariasole)

L’incontro con i corregionali, con il presidente dell’Efasce Lori Colussi, insieme all’energia di questa società giovane e dinamica hanno portato i ragazzi a riflettere sull’importanza di avere belle idee e buoni progetti da realizzare anche lontano da casa, se necessario, ma soprattutto hanno dato loro «un senso di appartenenza ad un qualcosa di grande, e il desiderio di dare il mio contributo – afferma Francesco- affinché si possa migliorare e creare un solido futuro per noi giovani italiani e per le generazioni che verranno».

Ci uniamo come insegnanti a questo desiderio, nella convinzione che il progetto contribuisca a migliorare le competenze linguistiche, relazionali e professionali dei nostri allievi, aprendoli a una realtà che vada oltre le frontiere.

Ci mettiamo subito al lavoro per l’organizzazione della visita dei giovani Sudafricani nella nostra Regione nel 2017.(Isa Brovedani, Luisa Forte-Pagina Pordenonesi, N.38 , 16 ottobre 2016/Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes