direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

All’Istituto Italiano di Barcellona l’inaugurazione dell’istallazione artistica di Giorgio di Palma “Mutazioni

MOSTRE

IL 28 maggio

Nuove forme dell’artigianato e del design in Puglia”

BARCELLONA – L’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona in collaborazione con Pugliapromozione presenta “Mutazioni. Nuove forme dell’artigianato e del design in Puglia”, un’istallazione artistica di Giorgio di Palma, ceramista nato in Puglia, regione invitata alla seconda edizione di “Italia Repubblica Creativa”, programma d’attività culturali promosso dal Consolato Generale d’Italia a Barcellona.

“Mutazioni”  che si inaugurerà il 28 maggio, alle ore 19,  nel giardino dell’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona a cura di Miriam Giordano (Labóh) in collaborazione con Giusy Ottonelli (Puglia Design Store) sintetizza il dialogo tra la memoria e le tecniche tradizionali e il design contemporaneo. L’ingresso è libero.

Una dialettica che vede protagonisti oggetti artistici e piccole serie industriali, il recupero di processi e forme artigiane, l’ironia e la provocazione nel reinventare modi e forme tradizionali. La Puglia contemporanea si riflette così in una tensione dinamica, dove estremi contraddittori tracciano il profilo di una regione aperta all’innovazione.

“Faccio ceramiche di cui non c’era bisogno. In un’ epoca di eccessi e sprechi il mio scopo è realizzare oggetti caduti in disuso già dalla nascita, inutilizzabili ma impossibili da lasciarsi dietro. Saranno loro a sopravviverci perché di terracotta, quindi immortali.”

Giorgio Di Palma (Grottaglie, 1981) è un giovane artista pugliese premiato nel 2017 dall’ICMEA (international ceramic magazine editors association) come uno dei migliori ceramisti emergenti al mondo. Le sue ceramiche sono riproduzioni di oggetti di uso quotidiano, in dimensioni reali, prive di funzionalità ma cariche di significati estetici e concettuali.  Sono la protesta contro il consumismo sfrenato della società contemporanea, dove ciò che oggi è considerato necessario è destinato a diventare superfluo domani. Con la ceramica Giorgio si diverte a trasformare l’inutile in eterno e a immortale gli attimi. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes