direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

All’IIC di Tokyo il 25 gennaio il chitarrista Eugenio Della Chiara

CONCERTI

In programma il recital “Tra affetti e belcanto. Un secolo di musica italiana ed europea”

 

TOKYO – L’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo ospiterà venerdì 25 gennaio alle ore 18.30 il recital  del chitarrista Eugenio Della Chiara intitolato “Tra affetti e belcanto. Un secolo di musica italiana ed europea”.

Il programma ha per protagoniste musiche nate dal dialogo tra la civiltà musicale italiana e quella europea a cavallo tra metà XVIII e inizio XIX secolo: in poche altre epoche si è respirato, nelle capitali del nostro continente, un clima culturale così cosmopolita e aperto alle influenze culturali provenienti da quelle che erano (o sarebbero diventate) le grandi nazioni europee.

Saranno presentati componimenti di Domenico Scarlatti, Franz Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart, seguiti da Niccolò Paganini, Carlo Galante e Fernando Sor.

Eugenio Della Chiara, nato a Pesaro, all’età di diciannove anni si diploma con il massimo dei voti e la lode nel conservatorio della sua città sotto la guida di Giuseppe Ficara. Tra i suoi maestri vi sono Piero Bonaguri, Andrea Dieci e Oscar Ghiglia, con cui si perfeziona all’Accademia Chigiana di Siena. Tra i riconoscimenti ricevuti si segnalano – primo musicista a conseguire questo risultato più di una volta – le due borse di studio della Fondazione Rossini vinte nel 2008 e nel 2010. La sua attività concertistica lo ha portato a suonare in Giappone, Austria, Turchia, Spagna e Norvegia; in Italia ha tenuto recital solistici per alcune tra le maggiori istituzioni musicali del Paese, tra cui il Rossini Opera Festival e la Società del Quartetto di Milano. Dal 2015 è direttore artistico di “MU.N – Music Notes in Pesaro”, stagione di musica da camera organizzata dall’Associazione Marchigiana Attività Teatrali, mentre dal 2017 è docente a contratto presso la sede di Gaeta del conservatorio “O. Respighi” di Latina. Suona una chitarra Domingo Esteso del 1935 e una Masaki Sakurai del 2009.

L’ingresso al recital è libero. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes