direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

All’IIC di Amburgo viaggio teologico-pianistico nei corali di Bach

APPUNTAMENTI

Questa sera l’esibizione del pianista Alessandro Tenaglia organizzata in occasione dell’anno luterano

 

AMBURGO – L’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo presenta questa sera alle ore 19 un viaggio teologico-pianistico nei corali luterani di Bach, in occasione dell’anno luterano che celebra i 500 anni della Riforma protestante.

Prevista l’esibizione del pianista Alessandro Tenaglia su composizioni di Johann Sebastian Bach nelle trascrizioni di Ferruccio Busoni e Max Reger, come pure nelle rielaborazioni corali di Johannes Brahms, Alberto Schiavo, Stefan Heucke, Percy Grainger e Jeff Manookian. Introduce Benno Schnatz, musicologo e giornalista; proposta anche la lettura di testi dei teologi luterani Albert Schweizer e Dietrich Bohnhoefer (in tedesco e in italiano), che sono stati per Bach fondamentali.

Alessandro Tenaglia nasce nel 1961 in Abruzzo, dove all’età di 8 anni inizia a studiare pianoforte. Dopo aver conseguito il Diploma di Pianoforte presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, si laurea con lode in Filosofia presso l’Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio” di Chieti, discutendo la tesi dal titolo “Armonia: l’eredità pitagorico-platonica nei Quattro Libri dell’Architettura di Andera Palladio e nelle Istituzioni Harmoniche di Gioseffo Zarlino”; ottiene inoltre il Diploma della Scuola Superiore di Musicologia e Pedagogia musicale di Fermo-Università di Macerata e la laurea con lode in Scienze Bibliche e Teologiche presso la Facoltà Valdese di Teologia di Roma. Sotto la guida di Luciano Cerroni, approfondisce dopo il diploma la sua preparazione musicale e pianistica, frequentando diversi corsi di perfezionamento in musica da camera e repertorio liederistico. Tenaglia ha suonato in Italia e all’estero dedicandosi prevalentemente al repertorio cameristico (duo con violino, trio con violino e violoncello, duo con viola, duo pianistico) ed al repertorio liederistico. Dal 1997 si dedica al repertorio classico e protoromantico eseguito su fortepiano. Suona un Tafelklavier di provenienza praghese del 1830 circa, che utilizza abitualmente nei suoi concerti. Ha inoltre pubblicato diversi saggi, romanzi, racconti e articoli su riviste musicologiche e svolto per alcuni anni attività di critico musicale sulla stampa quotidiana prima di Pescara e poi di Vicenza. Dal 1992 si dedica anche alla pittura e ha tenuto delle mostre personali a Vicenza, Trieste e Padova. Dopo aver insegnato presso i Conservatori di Campobasso e di Foggia, ha scelto la docenza di Musica da Camera, di cui ricopre cattedra presso il Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano. Ha tenuto corsi di perfezionamento in vari luoghi, tra cui la Hacetepi Universitat di Ankara (maggio 2013).

Benno Schnatz, laureato in musicologia e educazione musicale presso la Universität der Künste Berlin, si è specializzato in Management e Economia culturale, Pedagogia e comunicazione del concerto. Ha diretto un archivio musicale con fondo storico (XX secolo) a Ratisbona, è stato referente della Musica per incarico della Sovrintendenza federale per la cultura e i media e direttore artistico del Premio Stamitz di composizione; ha curato concerti e produzioni discografiche e realizzato varie monografie musicologiche per la radio pubblica. È direttore artistico dell’associazione culturale Aria e del progetto Musica nelle Case d’Abruzzo (province di Chieti e Pescara).

La serata è organizzata dall’IIC di Amburgo. (Inform)

 

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes