direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alle celebrazioni di Reggio Emilia l’intervento della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

GIORNATA DEL TRICOLORE

“La nostra bandiera è l’essenza stessa dell’italianità, dei valori che sono a fondamento del nostro Stato di diritto, del nostro vivere comunitario”

 

REGGIO EMILIA  – La presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha partecipato a Reggio Emilia alle celebrazioni del 222° anniversario della nascita del Tricolore.

Nel corso del suo intervento, la presidente ha ribadito come la nostra bandiera rappresenta “’italianità più vera e profonda” e “quell’idea di Patria che ha segnato il cammino della nostra identità”, “un cammino – ha aggiunto – certamente non semplice, fatto di lotte e conquiste, sacrifici e martirii; un cammino che oggi ci consegna l’Italia così come la conosciamo: libera, democratica, solidale”.

“Il Paese che amiamo e che viviamo è infatti il frutto del sacrificio di tante donne e tanti uomini, spesso giovanissimi, che hanno rinunciato alla propria vita per l’ideale nazionale, opponendosi a tirannie e ingiustizie; donne e uomini portatori di una speranza incrollabile di unità e indipendenza.

Dai primi moti risorgimentali all’Unità d’Italia, dall’opposizione al regime fascista alla resistenza, dall’Assemblea Costituente alla Repubblica, il Tricolore – ha ricordato Casellati – ha sempre accompagnato le tappe della nostra storia. È la prima e più profonda immagine del nostro Paese, ci rappresenta tutti e, proprio per questo, deve essere amato, custodito, rispettato”.

Dopo aver rinnovato l’invito già formulato nel 2004 dall’allora presidente Carlo Azeglio Ciampi, di conservare in ogni casa un Tricolore, la presidente ha rivolto un appello in particolare a insegnanti e genitori: “non smettete mai di tramandare ai nostri ragazzi i principi che ci hanno unito e che ci uniscono”.

Ha poi richiamato il senso concreto dell’italianità, quale “valore aggiunto di chi affronta le sfide della globalizzazione difendendo la propria storia e le proprie tradizioni: a partire dalle radici cristiane alla base della nostra comunità”; “il codice comportamentale di chi si impegna per un Paese dove venga riconosciuto e premiato il merito, ed è il compito della politica, a tutti i livelli – ha precisato, – tradurre questo proposito in azioni concrete per invertire il trend della fuga dei cervelli ed offrire alle giovani generazioni reali opportunità di crescita e di affermazione”.

Italianità è anche “il sentimento di chi ritiene che non debbano esserci disuguaglianze e che vada aiutato e sostenuto chi resta indietro”; “il sacrificio di chi, proveniente da ogni angolo d’Italia, si batté nelle trincee della Prima guerra mondiale per l’unità e per la democrazia, che va salvaguardata in tutte le sue articolazioni, compresa quella centralità del Parlamento che rappresenta tutti i cittadini”; “la memoria di chi ha saputo opporsi alla dittatura e lottare per uno Stato ispirato alla libertà, alla fratellanza, all’uguaglianza”; “la conquista di chi seppe ricostruire, dopo la seconda guerra mondiale, un Paese ferito moralmente e materialmente, e renderlo una delle più importanti potenze industriali al mondo, ruolo che dobbiamo mantenere tutelando il marchio Italia e favorendo quella ripresa economica necessaria per garantire occupazione e lavoro”; “la casa di chi ha creduto nelle relazioni internazionali e nel dialogo come strumento per risolvere le controversie, nell’Europa come centro condiviso di pace e benessere”; “il successo della bellezza come antidoto all’odio e alle discriminazioni”; “l’affermazione quotidiana di chi, dopo aver raggiunto importanti risultati nell’affermazione dei diritti, mantiene la capacità di guardare anche ai doveri”.

“L’Italianità è tutto questo, e molto di più e il Tricolore la rappresenta e la definisce in tutta la sua straordinaria portata. È la nostra storia, la nostra speranza negli esseri umani, il nostro futuro – ha concluso Casellati. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes