direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

All’Ambasciata d’Italia a Berlino un incontro per la Giornata della Ricerca italiana nel mondo

APPUNTAMENTI

Il 9 maggio saranno ospiti il prof. Iain Mattaj, direttore dello Human Technopole di Milano e lo scienziato italiano Paolo Ferri del Centro operativo dell’Esa a Darmstadt

 

BERLINO – L’Ambasciata d’Italia a Berlino ospiterà il 9 maggio alle ore 18 un incontro con il prof.  Iain Mattaj, direttore dello Human Technopole a Milano e con lo scienziato italiano Paolo Ferri dell’European Space Agency Operations Centre a Darmstadt.

L’iniziativa è organizzata in occasione della seconda edizione della Giornata della Ricerca italiana nel mondo, promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per sottolineare il valore della ricerca italiana e dei ricercatori italiani attivi in tutto il mondo.

I progressi tecnologici degli ultimi dieci anni hanno trasformato la ricerca e avuto una rilevanza diretta in particolare per la biologia umana, consentendo strategie più mirate per promuovere la salute umana e un sano invecchiamento. Iain Mattaj ha assunto la posizione di primo direttore dello Human Technopole (HT), un nuovo istituto per la ricerca sulle scienze della vita che nasce a Milano nell’area di Expo, dopo essere stato per 14 anni direttore generale del laboratorio europeo di biologia molecolare a Heidelberg. Il Tecnopolo di Milano ha l’obiettivo generale di sviluppare approcci per migliorare la cura del paziente (medicina personalizzata) e la qualità della vita. Iain Mattaj illustrerà il progetto HT, delineerà i piani futuri e presenterà le numerose opportunità che il nuovo istituto offre ai giovani scienziati.

L’Agenzia spaziale europea (ESA), un’organizzazione intergovernativa di 22 Stati europei fondata nel 1975, ha guidato lo sviluppo dell’industria aerospaziale europea. La prima sonda scientifica dell’ESA a lasciare l’orbita terrestre e viaggiare nello spazio interplanetario risale alla metà degli anni Ottanta, ma è solo in questo millennio che l’Agenzia è diventata insieme alla NASA, leader mondiale nell’esplorazione del Sistema Solare. Paolo Ferri, del Centro operativo dell’ESA a Darmstadt, è responsabile per il segmento di terra e le operazioni di volo di tutte le missioni senza equipaggio dell’ESA, compresi i telescopi di astronomia, le sonde interplanetarie e l’osservazione della Terra. Ripercorrerà brevemente le passate missioni interplanetarie dell’ESA, compresa la missione storica di Rosetta, e presenterà le missioni attuali per esplorare Marte e Mercurio, e quelle future per il Sole, Giove e oltre, insieme ai loro obiettivi scientifici e tecnologici e le sfide operative. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes