direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Alla Commissione Esteri l’esame del provvedimento di ratifica dell’Accordo di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica tra Italia e Costa Rica

SENATO DELLA REPUBBLICA

 

Illustra il testo il relatore Alberto Airola (M5S)

 

ROMA – La Commissione Esteri del Senato ha avviato l’esame del provvedimento di ratifica ed esecuzione dell’Accordo di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica tra Italia e Costa Rica, fatto a Roma il 27 maggio 2016. Ad illustrare il provvedimento il relatore Alberto Airola (M5S) che ricorda come un disegno di legge analogo fosse già stato discusso dalla Commissione nel 2017, senza giungere all’approvazione definitiva per via della conclusione della legislatura. Segnala inoltre come il Costa Rica vanti con l’Italia crescenti rapporti sul piano economico, turistico e commerciale, nonostante la comunità di cittadini costaricani, quantificabile in quasi 500 persone, sia fra le meno numerose tra quelle residenti nel territorio italiano.  L’Accordo di cooperazione culturale, scientifica e tecnologica si propone di fornire un quadro giuridico di riferimento per lo sviluppo dei rapporti tra l’Italia ed il Costa Rica in questi settori, al fine di rinsaldare ed intensificare i legami di amicizia già esistenti e di migliorare ulteriormente il quadro delle relazioni bilaterali.

Vi si esplicita l’impegno delle Parti a promuovere la cooperazione nell’ambito culturale, scientifico e tecnologico, a migliorare la conoscenza, la diffusione delle rispettive lingue e culture e a favorire la collaborazione tra le rispettive istituzioni accademiche, amministrazioni archivistiche, biblioteche e musei. Si prevede inoltre la possibilità per le Parti di chiedere la partecipazione di Organismi internazionali al finanziamento dei programmi promossi nell’ambito delle forme di cooperazione individuate dall’Accordo, le attività di istituzioni culturali e scolastiche nei due Paesi, il rafforzamento della collaborazione nel campo dell’istruzione mediante lo scambio di esperti, di informazioni e di documentazione sulle rispettive legislazione, anche al fine di sottoscrivere accordi per il riconoscimento e l’equiparazione dei titoli universitari, e l’offerta di borse di studio. Ulteriori ambiti di collaborazione e di scambio di esperienze interessano i settori editoriale, della musica, della danza, del teatro, del cinema, delle arti visive, dell’ambito radiotelevisivo, dello sport e della gioventù, i campi dei diritti umani e delle libertà civili e politiche, e quello delle pari opportunità e della tutela delle minoranze. Definita anche la collaborazione nei settori dell’archeologia, dell’antropologia e delle scienze affini, della valorizzazione del patrimonio culturale, facilitando la permanenza e l’uscita di persone, di materiali e di attrezzature dai rispettivi territori e promuovendo la protezione della proprietà intellettuale. Gli oneri economici derivanti dall’attuazione del provvedimento vengono valutati in 230.000 euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020, e in 238.000 euro a decorrere dall’anno 2021. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform