direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Aldo Di Biagio e Claudio Micheloni depositano un’interrogazione per la parità di trattamento fiscale

PENSIONI ITALIANE ALL’ESTERO

I due senatori eletti nella ripartizione Europa rilevano una disparità di trattamento tra pensionati italiani residenti in Germania riconducibile alle differenti gestioni – Inps ed ex Inpap – ora unificate

 

ROMA – “ La disparità di trattamento tra pensionati italiani residenti all’estero merita un intervento celere nelle sedi competenti e il caso spagnolo e tedesco risultano particolarmente esemplificativi di uno scenario in cui mancano iniziative urgenti di rettifica”. Lo dichiarano in una nota i senatori eletti nella ripartizione Europa Aldo Di Biagio e Claudio Micheloni, che segnalano di aver depositato un’interrogazione per porre fine alla “sperequazione in termini di diritti e riconoscimenti tra pensionati italiani residenti in Germania” riconducibile alle gestioni Inps ed ex Inpap, che dal 2012 sono gestite dal medesimo Istituto, e dal “combinato disposto dell’applicazione della Convenzione italo tedesca sulla doppia imposizione fiscale e dei regolamenti europei in materia di sicurezza sociale”.

“L’applicazione della Convenzione, ai sensi dell’attuale interpretazione non rettificata in sede italiana né in sede bilaterale, consente l’imponibilità della pensione nello Stato di residenza esclusivamente ai pensionati Inps mentre esclude da tale opzione – spiegano Di Biagio e Micheloni – i pensionati ex-Inpdap a meno che questi ultimi non rinuncino alla cittadinanza italiana. A ciò si aggiunge il fatto che i pensionati ex-Inpdap sono costretti a sostenere sia il contributo alla Cassa malattia tedesca che quello al Servizio sanitario italiano non potendo estrapolare l’ultimo contributo dalla quota Irpef: si tratta di una sorta di trappola fiscale dinanzi alla quale al momento non sembrano essere state prospettate soluzioni dalle istituzioni competenti”.

I due senatori segnalano di aver chiesto ai Ministri del Lavoro, dell’Economia e degli Esteri un intervento celere per superare tale disparità di trattamento di pensioni erogate dal medesimo Istituto (l’Inps). (Inform)

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes