direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Aldo Di Biagio (Ap, ripartizione Europa) soddisfatto per alcune delle ultime proposte emendative accolte dalla Commissione Bilancio della Camera dei Deputati

LEGGE DI STABILITÀ

Si tratta del rifinanziamento delle leggi a tutela degli esuli dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia e della minoranza italiana in Slovenia e in Croazia e dell’estensione ai cittadini residenti in territori extra Ue delle detrazioni per carichi di famiglia

 

ROMA – Aldo Di Biagio (Ap, ripartizione Europa) esprime soddisfazione per l’accoglimento degli emendamenti alla Legge di stabilità relativi alla tutela degli esuli dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia e della minoranza italiana in Slovenia e in Croazia e all’estensione ai cittadini residenti in territori extra Ue delle detrazioni per carichi di famiglia, proposte emendative accolte nell’ambito del vaglio del provvedimento da parte della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati.

“L’accoglimento di queste ore degli emendamenti relativi al rifinanziamento triennale delle leggi a tutela degli esuli italiani dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia e della minoranza italiana in Slovenia e in Croazia e all’estensione anche ai cittadini residenti nei territori extra Ue, ma che pagano le tasse in Italia, delle detrazioni per carichi di famiglia rappresenta un segnale importante di attenzione verso gli italiani all’estero in un decisivo percorso di continuità operativa – sottolinea Di Biagio – con quanto fatto al Senato nell’ambito della Sessione di Bilancio”.

“Si tratta di misure di buon senso finalizzate l’una alla salvaguardia dell’identità storico-culturale del nostro Paese, attraverso la tutela della specificità delle minoranza nei territori di confini che non può essere derogata in nome della spending review – evidenzia, – l’altra a rettificare una sorta di refuso legislativo che disponeva soltanto parzialmente, ai soli cittadini residenti nei territori Ue, un riconoscimento fiscale annualmente rinnovato fino al 2015”.

Dopo aver ringraziato coloro che alla Camera “si sono fatti portavoce di queste istanze condivise” “su tematiche spesso ai margini dell’attenzione politica”, Di Biagio rileva come “quanto finora ottenuto rappresenti un punto di approdo importante per il lavoro finora svolto”, pur segnalando le tante questioni che restano ancora da affrontare con il Governo sul breve periodo. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes