direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Al Palazzo delle Esposizioni di Roma la mostra “Cesare Tacchi. Una retrospettiva”

MOSTRE

Segnalata dalla Lettera settimanale della Società Dante Alighieri

Fino al 6 maggio un allestimento monografico dedicato ad uno dei più grandi esponenti artistici del secondo dopoguerra italiano

 

ROMA – Fino al 6 maggio il Palazzo delle Esposizioni di Roma ospita la mostra “Cesare Tacchi. Una retrospettiva”, omaggio della capitale all’artista a quattro anni dalla sua scomparsa.

La mostra monografica, realizzata in collaborazione con l’Archivio Cesare Tacchi, ripercorre, con più di 100 opere disposte in ordine cronologico, le principali tappe della sua carriera artistica in mezzo secolo di storia.

Tacchi, tra i più grandi esponenti artistici del secondo dopoguerra italiano, fu protagonista dagli anni ‘70 della scena culturale romana insieme agli artisti della Scuola di Piazza del Popolo, come Giosetta Fioroni, Mario Schifano, Renato Mambor, pur rimanendo meno esposto rispetto ai contemporanei. L’allestimento nasce con l’obiettivo di far conoscere un artista lasciato per anni in secondo piano dalla critica e dal mercato, ed accanto alle opere meno conosciute prodotte agli inizi della sua carriera raccoglie i lavori più noti tra cui le celebri tappezzerie, stoffe pregiate sulle quali l’artista dipingeva scene di amici e familiari in atti di vita quotidiana.

Nel catalogo della mostra, anche due testi critici di Alessandro Masi, il segretario generale della Società Dante Alighieri: “Cesare Tacchi: purezza e semplicità del viaggiatore occasionale, in Flash Art n.168/1992 e “Il perfetto errore”, in Cesare Tacchi. Sécrétaire, catalogo della mostra Uiseo Laboratorio di Arte Contemporanea Università “La Sapienza” 1995.

L’iniziativa è segnalata nella Lettera settimanale della Dante. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes