direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Al Cimitero d’onore di Amburgo-Öjendorf cerimonia per la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate e il ricordo dei caduti italiani in guerra

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Comites di Wolfsburg, il presidente Luigi Cavallo: “Assicurare un futuro di pace, benessere e diritti: ce lo chiedono con forza le nuove generazioni”

AMBURGO – “Ricordare è un dovere collettivo, per evitare il rischio della dimenticanza di fronte ai 5.849 italiani caduti nella bassa Sassonia , Amburgo, Nord della Germania. Di loro, oggi, resta un nome scolpito sul marmo, per altri neppure quello. È bene non dimenticare il sacrificio di molte giovani vite che, spinte da ideali e valori nobili hanno combattuto. Con il loro sacrificio abbiamo la libertà nel nostro Paese, in Europa”. Lo ha detto il presidente del Comites di Wolfsburg Luigi Cavallo intervenendo domenica scorsa presso il Cimitero d’onore di Öjendorf ,ad Amburgo, alla cerimonia per i caduti italiani in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. .Presenti autorità  tedesche, militari, il console generale Giorgio Taborri, il capitano di Fregata Massimo Tozzi, il presidente del Comites di Hannover Giuseppe Scigliano.

“Assicurare un futuro di pace , di benessere e di diritti, è il sogno che ci chiedono con forza , le nuove generazioni. Consiglio questa riflessione – ha proseguito il presidente del Comites di Wolfsburg – perché talvolta corriamo il rischio di dimenticare il lungo periodo che viviamo in una società pacifica, Senza Pace non vi è democrazia, diversità, scienza e progresso. Soprattutto deve essere il loro sacrificio a farci sperare che una simile tragedia non si verifichi mai più. Raccogliere questo sogno è quel grido . Sono qui per questo insieme al rappresentante diplomatico del governo e altri, ;è oggi il miglior modo di rendere onore a chi è caduto per la patria e per rispettare tanto sangue versato”. Cavallo ha rivolto infine un “grazie sincero anche a tutti quelli che oggi, con la loro presenza hanno contribuito a mantenere vivo il ricordo di tutti gli eroi di guerra di ogni popolo è di ogni nazione”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform/a> | Designed by ComunicazioneInform