direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Accordo di cooperazione con l’amministrazione doganale cinese

ITALIA-CINA

Siglato dal direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli Benedetto Mineo e dal vice ministro delle Dogane della Repubblica Popolare Cinese, Wang Lingjun. Presente anche il ministro dell’Economia, Giovanni Tria

ROMA – Il direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli della Repubblica Italiana, Benedetto Mineo, ha incontrato, presso la sede dell’Agenzia di piazza Mastai, a Roma, il vice ministro delle Dogane della Repubblica Popolare Cinese, Wang Lingjun.

Durante l’incontro, al quale ha partecipato anche il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, è stato firmato un importante accordo di collaborazione tra gli uffici doganali di Venezia, Trieste e Ravenna con il distretto doganale di Shanghai, primo distretto doganale cinese per volumi di operazioni doganali e primo porto al mondo per volume di traffico containerizzato. “Si tratta di un accordo importante che faciliterà il disbrigo delle pratiche doganali nei porti italiani e in quelli cinesi – ha dichiarato il ministro Tria.

L’accordo, che segue un’analoga intesa di cooperazione sottoscritta in passato tra i porti di Genova e Tianjin che verrà rinnovata e implementata, in linea con l’attuale sensibilità per i controlli, prevede un contatto diretto tra uffici operativi per lo scambio di esperienze professionali utili a rendere più efficace il contrasto alle violazioni di carattere doganale che in passato hanno assunto particolare rilevanza, sia per aspetti tributari che extra tributari (sotto-fatturazione, violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, traffico di rifiuti). L’intesa prevede, inoltre, la collaborazione per attuare misure in linea con quanto indicato negli accordi per il mutuo riconoscimento dei rispettivi programmi di facilitazione Ue e Cina concessi agli operatori economici autorizzati (Aeo). Le facilitazioni previste per gli AEO prevedono la riduzione dei controlli per gli operatori economici affidabili.

Introdotta nell’accordo anche la possibilità di scambiare informazioni su problematiche doganali riscontrate da operatori economici nazionali nel paese di destinazione della merce. Viene, infine, prevista l’organizzazione di operazioni congiunte mirate al contrasto di specifici fenomeni illeciti e lo scambio di informazioni su spedizioni specifiche oggetto di valutazioni di rischio. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes