direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Tirana “L’Eterno femminino: La rappresentazione della donna albanese dal Novecento a oggi”

MOSTRE

Un’iniziativa dell’Ambasciata d’Italia, fino al 30 aprile prossimo

 

TIRANA – Fino al 30 aprile la Residenza d’Italia a Tirana ospita la mostra “L’Eterno femminino: La rappresentazione della donna albanese dal Novecento a oggi”.

Curata da Artan Shabani, l’allestimento raccoglie alcune significative opere di una selezione di pittori e pittrici albanesi che – dal Novecento ad oggi – hanno raffigurato attraverso dipinti e sculture la figura femminile.

La mostra mette insieme artisti di generazioni diverse, dal periodo del Novecento albanese, la fase di auto-isolamento, fino alle espressioni contemporanee dei nostri giorni (2019). L’immagine femminile è infatti un continuum di tutta l’arta visiva, creata dai due generi di artisti. La donna resta fra i soggetti più trattati nei suoi vari ruoli nella società e nei loro significati simbolici.

L’esposizione – si legge nella nota diffusa in proposito dall’Ambasciata d’Italia a Tirana – rientra nel più ampio progetto che l’Ambasciata sta realizzando per promuovere l’uguaglianza di genere e la lotta contro ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne. In quest’ottica, per tutto il periodo di apertura della mostra, si terranno presso la Residenza d’Italia incontri con studiosi, artisti e rappresentanti della società civile per un approfondimento storico, sociale, artistico e letterario sul ruolo della donna nella società albanese.

“Dopo aver esposto gli artisti che si sono formati in Italia, questa volta abbiamo proposto un tema che consentisse di indagare a fondo una componente essenziale della società albanese, quale la figura femminile – afferma l’ambasciatore d’Italia Alberto Cutillo. “Non è un tema facile – prosegue, – ma sicuramente merita di essere indagato di più e conosciuto maggiormente in tutte le sue sfaccettature, penso ad esempio all’evoluzione storica e sociale del ruolo della donna dal Novecento a oggi, che si riflette nella sua rappresentazione artistica”. “L’Italia è membro del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite per il biennio 2019 -2021 e tra le nostre priorità vi è anche la tutela dei diritti delle donne – evidenzia l’Ambasciatore, rilevando come tale priorità si declini “nel rafforzamento dei diritti delle donne e delle ragazze, nel contrasto a tutte le forme di violenza nei loro confronti, nell’impegno all’eliminazione di pratiche ancora in uso in alcuni Paesi del mondo, quali mutilazioni genitali e matrimoni forzati”.

La mostra sarà aperta al pubblico ogni giovedì, a partire dal 7 febbraio, dalle 15.30 alle 17.30, solo prenotando una visita guidata all’indirizzo dell’Istituto Italiano di Cultura di Tirana. (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes