direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

A Monaco di Baviera un ciclo di conferenze in occasione del 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci

APPUNTAMENTI

Primo appuntamento il 16 gennaio con il prof. Alessandro Nova che si soffermerà sui paesaggi di Leonardo. Nello stesso giorno l’apertura della mostra di testi e immagini a stampa “Leonardo da Vinci in frühen Drucken”

 

MONACO DI BAVIERA – L’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera dedica un ciclo di conferenze a Leonardo Da Vinci, in occasione del 500° anniversario della sua morte, avvenuta in Francia il 2 maggio del 1519, all’età di 67 anni.

Si tratta di quattro incontri che ruotano intorno ad aspetti centrali delle sue opere e alla sua fama, con particolare attenzione al dipinto SalvatorMundi, con un intervento di Robert Simon, commerciante d’arte, che ha messo all’asta il dipinto.

Ad accompagnare l’iniziativa la mostra “Leonardo da Vinci in frühen Drucken”, allestimento di di testi e immagini a stampa, che, a partire dal XVI secolo, documentano la diffusione delle idee, delle opere e del mito di Leonardo, in programma dal 16 gennaio al Zentralinstitut für Kunstgeschichte. La mostra sarà aperta fino al 15 marzo, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 20, con ingresso libero.

La prima conferenza è prevista il 16 gennaio alle ore 18.15. Interverrà il prof. Alessandro Nova sul tema “Firenze: Immaginazione e realtà. I paesaggi di Leonardo tra il Verrocchio e il Pollaiolo”.

Alessandro Nova è direttore del Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut dal 2006. Precedentemente è stato docente di Storia dell’arte italiana del Rinascimento presso l’Università di Francoforte sul Meno (1994-2006) e la Stanford University (1988-1994). Ha studiato Lettere e Filosofia presso l’ Università degli Studi di Milano e Storia dell’Arte alla Courtauld Institute of Art a Londra, dove ha svolto il dottorato (1982). Nel 1986 svolge il dottorato presso l’Università di Milano. Ha ottenuto borse di studio presso la Alexander von Humboldt-Stiftung (1985/86, 1989), la J. Paul Getty Foundation (1986/87)e l’Institute for Advanced Study a Princeton (1992–1994). Ha insegnato presso l’Università Humboldt a Berlino, l’École des Hautes Études en Sciences Sociales – Cehta a Parigi e presso altre istituzioni internazionali. Specializzatosi nella cultura del XVI secolo, ha pubblicato numerosi articoli in importanti riviste d’arte a livello internazionale. Il suo centro di interessi abbraccia tra l’altro meta-temi come la teoria e la percezione dell’arte e questioni metodologiche riguardanti la disciplina “storia dell’arte”. È autore dei seguenti libri: Michelangelo, Architetto (1984), The artistic patronage of Pope Julius III (1988), Girolamo Romanino (1994), Il libro del vento: rappresentare l’invisibile (2007), Bild/Sprachen. Kunst und visuelle Kultur in der italienischen Renaissance (2014). È coeditore e coautore dell’edizione tedesca commentata e riveduta in 45 volumi della Vita di Giorgio Vasari (2004-2015). (Inform)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes